In caso di cessazione dello smartworking, devo comunicare qualcosa al Ministero del Lavoro?

In caso di cessazione dello smartworking, devo comunicare qualcosa al Ministero del Lavoro?
image_pdfimage_print

Sia l’attivazione che la cessazione della prestazione in smartworking va effettuata attraverso il sito: https://servizi.lavoro.gov.it/smartworking
In particolare, per quanto riguarda la cessazione dell’attività in smart-working, dopo aver effettuato il login, bisogna andare nella “comunicazione smart working”: Modifica. Con questa comunicazione è possibile aggiornare i periodi di lavoro agile in corso (non è necessario rinviare l’accordo di smart-working sottoscritto).

Leggi anche  Il lavoro agile: problemi e prospettive [E. Massi]

Ritengo, comunque, che detta comunicazione sia obbligatoria esclusivamente qualora sia stata effettuata una comunicazione di smart-working a tempo indeterminato (senza una scadenza) ovvero qualora si voglia anticipare la conclusione di una prestazione in smart-working che ha una scadenza più in là nel tempo.

Leggi anche Il futuro è nello Smart Working

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 458 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

La capo gruppo dell’azienda presso la quale lavoro è in America. Nei prossimi mesi dovrà venire qui da noi un loro specialista per alcuni mesi di lavoro. Quale è la procedura da seguire?

La scelta migliore ricade sull’art. 27, comma 1, lett. a), del Decreto Legislativo n. 286/1998 (Testo Unico per l’Immigrazione). La norma stabilisce che il personale altamente specializzato di società aventi

Posso applicare la detassazione sui premi di produttività che devo erogare nella prossima busta paga?

  La detassazione 2016, per essere applicata, abbisogna di un decreto interministeriale (MLPS-MEF) al fine di stabilire i criteri di misurazione degli incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione.

Per non avere problemi con un distacco tra lavoratori di aziende di un gruppo di imprese, dobbiamo creare un contratto di rete. È così?

Per evidenziare la genuinità del distacco di lavoratori tra aziende dello stesso gruppo, non è necessario il contratto di rete. Il Ministero del Lavoro, nell’interpello n.1/2016 (vedi allegato) evidenzia come

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento