Un lavoratore ha sbagliato a comunicare la data di fine rapporto per dimissioni, indicando, nelle dimissioni online, la data di inizio decorrenza del preavviso. Deve annullare le dimissioni e rifarle?

Un lavoratore ha sbagliato a comunicare la data di fine rapporto per dimissioni, indicando, nelle dimissioni online, la data di inizio decorrenza del preavviso. Deve annullare le dimissioni e rifarle?
image_pdfimage_print

Non è necessario, in quanto è sufficiente che il lavoratore faccia due righe scritte al datore di lavoro, indicando l’errore commesso e precisando la data di decorrenza delle dimissioni (al termine del periodo di preavviso contrattualmente previsto). L’azienda comunicherà detta data al Centro per l’impiego.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 489 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Per i contratti “ stagionali ” si applica il limite delle 5 proroghe ?

Sì, i contratti a tempo determinato stipulati durante il periodo della stagionalità, così come prevista dal DPR 1525/1963 o dalla contrattazione collettiva di riferimento, devono rispettare il limite delle 5

Nel contratto intermittente, oltre a fare la comunicazione all’ispettorato del lavoro, devo fare una comunicazione scritta anche al lavoratore ogni qualvolta viene chiamato?

Non esiste una disposizione di legge che prevede questa comunicazione al lavoratore. Può essere una informativa utile per avvalorare

La nuova legge sui call center riguarda solo le aziende che effettuano questa attività o anche quelle con un call center al proprio interno?

La norma (articolo 24-bis del decreto legge 22 giugno 2012) parla di “operatori economici” e così come chiarito da una recente nota del ministero del Lavoro (nota prot. 1328 del

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento