Se in quarantena, il lavoratore può procedere con lo smart working?

Se in quarantena, il lavoratore può procedere con lo smart working?

L’azienda ha ricevuto dall’Inps un certificato medico per quarantena fiduciaria. Il lavoratore può continuare a lavorare da remoto?  Se sì, dobbiamo attivare le procedure di smart working?

Se viene imposta, dalla sanità pubblica, una sorveglianza con isolamento fiduciario (quarantena) e arriva un certificato di malattia, l’azienda deve bloccare qualsiasi forma di interazione con il lavoratore, anche da remoto, considerandolo in malattia. Ragion per cui, non è possibile attivare lo smart-working.

Autore

Roberto Camera
Roberto Camera 501 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti gli articoli di questo autore →