In caso di licenziamento per inidoneità sopravvenuta del lavoratore deve essere preceduto dal tentativo di conciliazione previsto dalla Riforma Fornero ?

Sì, il licenziamento per inidoneità sopravvenuta rientra tra i casi di giustificato motivo oggettivo (GMO) per i quali è obbligatoria la procedura di conciliazione al fine di verificare alternative all’espulsione del lavoratore.

Autore

Roberto Camera
Roberto Camera 515 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti gli articoli di questo autore →

0 Commenti

Non ci sono Commenti!

Si il primo a commentare commenta questo articolo!

Rispondi

Solo registrati possono commentare.