Assumere persona con causale “in sostituzione”: le modalità concesse

Assumere persona con causale “in sostituzione”: le modalità concesse

Qualora debba assumere una persona a Tempo Determinato con la causale “in sostituzione”, devo per forza farlo all’interno del sito produttivo ove lavora la persona da sostituire?

È possibile l’utilizzo del sostituto su di una filiale diversa rispetto a quella del sostituito, qualora si dimostri che c’è stata una sostituzione a scorrimento.

Mi spiego meglio: il sostituto (A) opera in sostituzione di altro lavoratore (B) presente nella filiale 1 e quest’ultimo va a lavorare nella filiale 2 in sostituzione del lavoratore assente con il diritto alla conservazione del posto (C). L’importante è che nel contratto di assunzione sia evidente che (A) va in sostituzione di (C) e sino al rientro di quest’ultimo. Inoltre, va fatta presente la sostituzione a scorrimento di (B).

Autore

Roberto Camera
Roberto Camera 517 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti gli articoli di questo autore →