fbpx

Il mercato del lavoro: il divario fra domanda e offerta

L'importanza di conoscere le offerte di lavoro

Il mercato del lavoro: il divario fra domanda e offerta

Oggi l’Italia conta quasi 2,5 milioni di disoccupati, dati Istat, e con la cancellazione del blocco dei licenziamenti che arriverà presumibilmente entro marzo, ci saranno altre 300 mila persone in cerca di occupazione nel mercato del lavoro. Una situazione allarmante per l’Italia, basti pensare che ci sono ben 1,3 milioni di persone che incassano sussidi e 13,5 milioni di inattivi, che non cercano lavoro perché convinti di non trovarlo.

Il tasso di disoccupazione in Italia è pari a 9,8% , di conseguenza la situazione a leggerla così sembra molto chiara, le aziende non possono assumere perché non c’è lavoro e le persone sono quindi costrette a restare in casa.

Ma in realtà è proprio questa la situazione? In parte sì, la situazione lavorativa in Italia non è delle migliori, basti pensare che in Europa siamo il terzo paese per disoccupazione tuttavia ci sono diverse aziende che non riescono a trovare persone per un determinato impiego.

Prima, quindi, di qualsiasi intervento economico necessario è opportuno far incontrare la domanda dei candidati con l’offerta delle aziende.

Diverse aziende lamentano la mancanza di competenze dei candidati, per questo la formazione è importante. In Italia mediamente si investono in formazione professionale circa 1,9 miliardi contro i 5,9 di Francia e Germania.

Un dato eloquente su come la formazione nel nostro Paese viene troppo spesso sottovalutata portando quindi un sostanzioso divario fra domanda e offerta. Ad ulteriore conferma di ciò ci sono i dati che emergono dagli istituti tecnici che ogni anno sfornano poco meno di 4 mila diplomati rispetto ad una richiesta di 20 mila persone.

È importante quindi far entrare in contatto il candidato con l’azienda, in quanto in diversi casi chi cerca lavoro non è a conoscenza delle varie proposte che invece esistono. Nel corso dei mesi come evidenziato in un articolo precedente, le Agenzie per il Lavoro ricercheranno 90 mila nuovi lavoratori e quindi bisogna essere pronti a cogliere le opportunità che nasceranno.

Sul nostro portale ci sono diverse offerte, per candidarsi basta caricare il proprio CV e nel caso sussistano i giusti requisiti, si verrà contattati dall’addetto alla selezione del personale e si procederà nella selezione.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1399 posts

Area comunicazione | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Somministrazione: indicatori economici e di settore – bilancio 2014

Anche per l’esercizio 2014 l’Associazione nazionale delle Agenzie per il lavoro ha predisposto un documento che contiene un’ampia disamina dei principali indicatori economici, generali e di settore, e che ha

Chiarimenti su : Contratto a termine – Somministrazione – Apprendistato (E. Massi)

“Il 30 luglio 2014, attesa con particolare interesse dagli operatori del settore, e` stata emanata dal Ministero del lavoro la circolare n. 18 che offre, al personale ispettivo, le prime

Assolavoro al Ministro Di Maio: provvedimenti allo studio evitino confusione [Nota stampa]

Assolavoro al Ministro Di Maio: provvedimenti allo studio evitino confusione. Somministrazione forma di flessibilità più tutelante per lavoratore, agenzie in prima linea contro lavoro sottotutelato, sommerso e caporalato. 27 giugno

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.