fbpx

Le Agenzie per il Lavoro ricercano 90 mila lavoratori, ecco i lavori più richiesti

I lavori più richiesti entro la fine del 2020 e l’inizio del nuovo anno

Le Agenzie per il Lavoro ricercano 90 mila lavoratori, ecco i lavori più richiesti

In questo articolo evidenzieremo i lavori più richiesti dalle Agenzie per il Lavoro e le qualifiche necessarie per candidarsi alle offerte presenti sui vari portali.

L’emergenza Covid-19 ha avuto un forte impatto sul mondo intero e anche il lavoro in somministrazione ha risentito dell’arrivo della pandemia. I numeri registrati durante l’intero 2020 hanno segnato un notevole balzo indietro rispetto all’anno scorso. Se consideriamo il periodo da gennaio ad agosto, il saldo tra assunzioni e cessazioni ha segnato un impatto negativo di meno ottanta mila rapporti di lavoro in somministrazione.

Un numero incredibilmente basso, infatti basti pensare che l’anno scorso invece il numero registrato segnava un più quarantasei mila rapporti di lavoro.

I fattori che hanno determinato questi dati sfavorevoli sono diversi, sicuramente un’economia negativa presente sull’intero territorio nazionale congiunto al blocco dei licenziamenti, ha portato le aziende a non confermare i contratti a tempo alla scadenza.

Nonostante, quindi, la presenza di una situazione critica, sembra intravedersi la luce in fondo al tunnel in quanto per fine 2020 e per l’inizio del 2021, le agenzie del lavoro sono in cerca di novanta mila nuovi lavoratori. Naturalmente la pandemia influenza e continuerà a farlo per buona parte del 2021 la domanda di professioni.

Le richieste riguarderanno sia professioni ad elevata qualifica come responsabili vendite o export manager sia professioni con media qualifica come gli operatori socio-sanitari o contabili.

Nell’ultimo bimestre dell’anno, secondo le stime di Assolavoro, le agenzie offriranno complessivamente ben 90 mila contratti di lavoro ma allo stesso tempo viene evidenziato come le risorse da inserire saranno difficili da reperire sul mercato, sia per una completa assenza di competenze richieste sia per mancanza di esperienza.

Il Nord come punto di riferimento per le nuove assunzioni

I 90 mila lavoratori ricercati dalle agenzie del lavoro, saranno dislocati per il 55% al Nord, per il 25% al Sud e solo il 20% al Centro. Il Nord si conferma ancora una volta come polo industriale italiano. I contratti riguarderanno per lo più quelli a termine, una piccola percentuale invece riguarda attività di ricerca e selezione svolta dalle agenzie per assunzione diretta da parte delle aziende.

Ricapitolando, le agenzie del lavoro si prestano ad un notevole intervento per l’inserimento di nuove risorse. Attraverso l’utilizzo di portali come Linkedin e Trovit è stato possibile stilare un elenco dei lavori con elevata qualifica più richiesti per nuove opportunità di lavoro:

  • Infermiere qualificato
  • Tecnico di laboratorio
  • Medico
  • Software engineer
  • Analista software
  • Sistemista/ Tecnico di rete
  • Onsite manager
  • Responsabile vendite
  • Specialista commerciale
  • Tecnico commerciale

Ma la ricerca delle agenzie del lavoro non si ferma qui, in quanto la richiesta punterà anche verso lavoratori con media qualifica come supporto assistenza clienti o addetti helpdesk e verso quei lavoratori specializzati ed i conduttori di impianti e macchine. Qui per l’elenco completo.

Per candidarsi alle posizioni è semplice, puoi visitare il nostro portale e trovare l’offerta giusta per te.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

IndC onlus : resoconto del primo anno di attività e progetti futuri [Evento 2014]

Si svolgerà il 19 Dicembre prossimo, nella splendida cornice della penisola sorrentina, l’evento 2014 di “una mano sul cuore” organizzato dall’associazione In nome di Concetta Onlus  per  raccogliere fondi a favore

Big Data Analysis: un mercato che vale 1,4 miliardi, le aziende investono in occupazione e competenze

Ogni giorno nel nostro Paese, come in tutto il resto del mondo del resto, gli utenti forniscono ogni sorta di dati personali a siti, aziende o enti pubblici, e il

Jobs act: come cambia la somministrazione di lavoro dopo il D.L.vo n. 81/2015 [Peluso]

*articolo pubblicato il 5 Luglio 2015 e rivisitato in data odierna dall’autore Il 25 giugno è entrato in vigore il Decreto Legislativo 81/2015 recante la “disciplina organica dei contratti di

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento