fbpx

Al termine di un rapporto a tempo determinato ho diritto alla NASpI?

Al termine di un rapporto a tempo determinato ho diritto alla NASpI?

La NASpI spetta a qualsiasi lavoratore che perde il posto non per sua volontà, ricomprendendo anche i rapporti a tempo determinato. L’importante è che siano presenti questi tre requisiti:

  • stato di disoccupazione;

  • almeno 13 settimane di contributi versati nei 4 anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione;

  • almeno 30 giornate di lavoro effettivo nei 12 mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione. Le giornate di lavoro effettivo sono quelle di effettiva presenza al lavoro, a prescindere dalla loro durata oraria.

Leggi anche:

Decreto di Agosto: le nuove integrazioni salariali [E.Massi]

Una breve riflessione sulle integrazioni salariali post Covid-19 alla luce del nuovo Decreto Agosto approvato dal Consiglio dei Ministri

La proroga obbligatoria del contratto a termine, della somministrazione e dell’apprendistato [E.Massi]

L’emendamento all’art. 93 del D.L. Rilancio, che modifica nuovamente la normativa sui contratti a termine, porta con sé un bagaglio di criticità che pone molti dubbi sull’efficacia operativa

NASpI e licenziamenti nulli in periodo di sospensione: i chiarimenti dell’Inps [E.Massi]

I chiarimenti dell’Inps sulla questione del riconoscimento della NASPI in favore di chi è stato licenziato per giustificato motivo oggettivo in un momento in cui vigeva la sospensione dei licenziamenti

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 680 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

È possibile gestire un ex collaboratore a progetto con i voucher ?

Nulla vieta che la collaborazione venga rimodulata attraverso l’utilizzo del Lavoro Accessorio. L’unico limite previsto dalla legislazione, per usufruire di questa tipologia di lavoro, è quello economico: massimo 2.020 euro

Nella Pubblica Amministrazione è possibile cedere le proprie ferie ad un collega?

Sono un dipendente pubblico. Ho letto che è possibile cedere le proprie ferie ad un collega. È vero? L’articolo 87, comma 4-bis, del decreto cura Italia (decreto legge 18/2020), ha

Quali sanzioni sono previste in caso di inadempienza all’ obbligo formativo ?

Il mancato assolvimento dell’ obbligo formativo , tale da pregiudicare le finalità dell’istituto e di cui sia esclusivamente responsabile il datore di lavoro, comporta il pagamento del doppio della differenza

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.