Il datore di lavoro non ha specificato i motivi del licenziamento nella lettera inviata al lavoratore. Quali sono le problematiche che può avere? il giudice può decidere la reintegra?

Per rispondere avrei bisogno di una informazione aggiuntiva: i motivi del licenziamento ci sono o mancano?
Se i motivi sostanziali ci sono, ad esempio per chiusura dell’unità produttiva che ha comportato il licenziamento per giustificato motivo oggettivo del lavoratore, allora il licenziamento è legittimo ed è prevista, in capo al datore di lavoro, esclusivamente un indennizzo economico per il lavoratore. Viceversa, se a monte del licenziamento manca il motivo, allora il lavoratore, su sentenza del giudice, potrà essere reintegrato in azienda per assenza della motivazione non solo formale (mancata forma scritta dei motivi) ma anche sostanziale.

Autore

Roberto Camera
Roberto Camera 501 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti gli articoli di questo autore →