fbpx

Assegno Unico: cos’è, a chi spetta e come fare domanda

A novembre il Consiglio dei Ministri ha introdotto l'Assegno Unico Universale Familiare: una guida rapida sui dettagli e i destinatari

Assegno Unico: cos’è, a chi spetta e come fare domanda

Assegno Unico Universale Familiare: chi può averlo e come fare per ottenerlo

Lo scorso 18 novembre 2021, tramite decreto attuativo, il Consiglio dei Ministri ha introdotto l’AUUF, l’Assegno Unico Universale Familiare. La misura, che prevede l’attribuzione di un beneficio mensile ai nuclei familiari secondo la loro condizione economica valutata su base ISEE, andrà in vigore tra pochi giorni, dal 1° marzo 2022.

Assegno Unico Universale Familiare: cos’è?

L’AUUF è un sostegno economico rivolto alle famiglie con figli minorenni a carico a partire dal 7° mese di vita e fino al 21esimo anno d’età in presenza di determinate condizioni.

Assegno Familiare: a chi spetta?

L’Assegno Unico Familiare è un sostegno economico che viene riconosciuto a tutti i nuclei familiari con un figlio minorenne a carico. Nello specifico, l’assegnazione avviene:

  • per ciascun figlio minorenne, a partire dal 7° mese di vita;
  • per ogni figlio con disabilità, senza vincoli d’età;
  • per ciascun figlio maggiorenne fino al compimento dei 21 anni in presenza di queste condizioni:
    • che frequenti un corso di formazione scolastica o professionale
    • svolga un tirocinio o un’attività lavorativa con reddito inferiore a 8mila euro annui
    • sia registrato come disoccupato e in cerca di un lavoro presso i servizi pubblici per l’impiego
    • svolga il servizio civile universale

Importo assegni familiari: qual è la cifra?

L’importo mensile dell’AUUF va da un minimo di 50 euro a un massimo di 175 euro a figlio, con delle maggiorazioni in caso di figlio minorenne con disabilità, figlio maggiorenne con disabilità fino al ventunesimo anno di età, madri di età inferiore a 21 anni, nuclei familiari con quattro o più figli.

Inps assegni familiari: come presentare la domanda?

Dal 1° gennaio 2022 è possibile inviare la domanda. Quest’ultima può essere presentata in tre modalità:

  • sito internet INPS (con accesso diretto al servizio in evidenza tramite SPID, Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS))
  • numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile, con la tariffa applicata dal gestore telefonico);
  • enti di patronato.

L’Inps precisa che coloro che presenteranno la domanda entro il 28 febbraio potranno ricevere l’assegno già a partire dalla seconda metà del mese di marzo, per le domande inoltrate entro il 30 giugno saranno riconosciuti gli arretrati a partire dal mese di marzo, mentre per quelle presentate dopo tale data, l’assegno spetterà dal mese successivo a quello della domanda.​

Per tutte le informazioni sull’Assegno Unico, l’Inps ha lanciato il nuovo sito www.assegnounicoitalia.it.

Sull' autore

Federica Barbi
Federica Barbi 35 posts

Laureata in Lettere Moderne all’Università Federico II di Napoli, Giornalista e Social Media Manager. "Gioco" con le parole da tutta la vita. Ogni giorno provo ad usarle con armonia: “La comunicazione non è quello che diciamo, bensì quello che arriva agli altri”

Vedi tutti i post di questo autore →

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento