fbpx

Ho un contratto a tempo determinato senza causale di 12 mesi in scadenza, posso prorogarlo con causale sostituzione?

Ho un contratto a tempo determinato senza causale di 12 mesi in scadenza, posso prorogarlo con causale sostituzione?

Prudentemente è il caso di procedere con un rinnovo, anche in considerazione delle peculiarità insite al contratto sostitutivo:
•       no erogazione della contribuzione maggiorata (1,4% e 0,50%),
•       esclusione dalla percentuale massima dei contratti a termine
•       gestione delle proroghe successive in caso di mancato rientro del sostituito.

Per maggiori informazioni leggi l’estratto decreto legislativo 81/2015:

“in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, in deroga all’articolo 21 del decreto legislativo 81/2015, e fino al 31 marzo 2021, ferma restando la durata massima complessiva di 24 mesi, è possibile rinnovare o prorogare per un periodo massimo di 12 mesi e per una sola volta i contratti di lavoro subordinato a tempo determinato, anche in assenza delle condizioni di cui all’articolo 19, comma 1, del decreto legislativo 81/2015.”

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 681 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

In caso di inserimento nel nostro CCAL di permessi retribuiti (non previsti nel CCNL), in che misura si può accedere alle agevolazioni del DM 12/9/2017 per la conciliazione vita-lavoro?

Prima di richiedere le agevolazioni previste dal DM 12 settembre 2017, l’azienda deve verificare i seguenti requisiti fondamentali previsti dalla norma: 1 –  Si deve trattare di Contratti aziendali sottoscritti

Il ccnl scuole fism prevede l’utilizzo del 10% dei contratti a termine con durata superiore ai 7 mesi.La sua violazione cosa comporta?

L’art. 10, comma 4 bis del decreto legislativo 368/2001 riguarda soltanto le scuole pubbliche. Nelle altre valgono le regole generali. La violazione della disposizione contrattuale relativa alla durata potrebbe portare,

Dal 1 settembre verrà una ragazza, che ha lavorato fino ad oggi presso uno studio legale, ad occuparsi delle nostre pratiche legali e recupero crediti.

dal 1 settembre verrà una ragazza, che ha lavorato fino ad oggi presso uno studio legale, ad occuparsi delle nostre pratiche legali e recupero crediti. Ha la partita iva e

6 Commenti

  1. filippo leodori
    Maggio 19, 12:30 Reply

    Buongiorno
    In merito al rinnovo di un contratto a termine vorrei capire una cosa.
    Se un contratto ha raggiunto i 24 mesi in teoria in base al Decreto Dignità io non poso più farne un altro sempre a tempo determinato.
    Ma se io a questo contratto cambio la mansione e il livello (lo inquadro con un livello più alto) e faccio passare il periodo previsto di pausa ,in questo caso 20 giorni,posso fare un nuovo rinnovo e quindi considerarlo di fatto un nuovo contratto a tutti gli effetti avendo a disposizione ulteriori 24 mesi?
    Certo devo inserire la famosa causale (inutile) .

    Grazie

    • Roberto
      Maggio 19, 12:54 Reply

      In primis, la durata massima è definita dal Ccnl applicato dall’azienda. Solo qualora il Ccnl non disponga una durata massima, si applica quanto previsto dal legislatore (24 mesi).
      Se il lavoratore viene assunto per lo svolgimento di mansioni di livello e categoria legale differente, si riazzera il contatore.

  2. RR
    Aprile 23, 12:49 Reply

    Buongiorno.
    CASO
    Azienda del settore Metalmeccanico industria (85 dip.) che ha in corso una CIG per covid.
    Un contratto a T.D. stipulato a maggio 2020 in sostituzione di lavoratrice assente con obbligo di conservazione del posto (indicazione nome/cognome della sostituita). Quest’ultima rientra in servizio ma è necessario un passaggio di consegne con la sostituta (assunta a T.D.).
    In base alla data di rientro, il contratto a TD potrebbe superare i 12 mesi (unico periodo)
    DOMANDA
    E’ possibile rinnovare il contratto a T.D. (nel rispetto della durata complessiva di 24 mesi) senza stop and go con la stessa lavoratrice al fine di consentire il giusto passaggio di consegne ?
    SOLUZIONE PROSPETTATA
    Dalla lettura dell’art. 19bis, , D.L. n. 18/2020 che deroga all’art. 21, co. 2 del D.Lvo 81/2015, parrebbe di si.

    Grazie
    RR

    • Roberto
      Aprile 27, 22:06 Reply

      Se il Ccnl applicato prevede il passaggio di consegne, non è necessario il rinnovo (non possibile senza stop & go) ma una semplice prosecuzione sino al termine previsto dallo stesso Ccnl.

  3. Pepe
    Marzo 23, 16:33 Reply

    Buongiorno,

    è possibile stipulare un contratto di sostituzione maternità anche dopo che la dipendente è andata in maternità anticipata?
    Se sì ci sono dei tempi massimi di ingresso del lavoratore in sostituzione?
    Grazie

    • Roberto
      Marzo 26, 17:32 Reply

      Sì, la cosa è possibile. Non ci sono dei termini massimi. L’importante è che durante la durata del contratto a termine la lavoratrice in maternità non rientri.

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.