fbpx

Il distacco in azienda diverse dello stesso gruppo è possibile?

Il distacco in azienda diverse dello stesso gruppo è possibile?

Ho necessità di una verifica normativa. Ho due aziende che fanno parte del medesimo gruppo.  Dovremmo utilizzare la formula del distacco periodico per alcuni dipendenti da una azienda per attività nell’altra. Ho letto che il distacco tra aziende dello stesso gruppo è fattibile e non servirebbe nemmeno un contratto di rete ma la sola appartenenza allo stesso gruppo. Me lo può confermare?

Confermo che è possibile effettuare il distacco temporaneo infragruppo e che questi è considerato lecito dagli organi di vigilanza. In particolare, l’interpello n. 1/2016, del Ministero del Lavoro, chiarisce che l’interesse della società distaccante può coincidere con l’interesse della società distaccataria, anche qualora il bisogno effettivo alle prestazioni sia di quest’ultima.

Detto ciò, ritengo che sia comunque il caso di formalizzare il distacco all’interno di un accordo “light” tra le parti che vada ad evidenziare le modalità di richiesta ed ottenimento dei lavoratori, circoscrivendo il periodo e l’area di interesse. Inoltre, potrà essere prevista anche la possibilità, per la società distaccante (datrice di lavoro), di fatturare le prestazioni di lavoro fornite alla distaccataria (fino a concorrenza del totale del costo del lavoro).

Per maggiori informazioni leggi anche:

Mi dice la differenza tra un distacco ed una somministrazione?

Distacco transnazionale: quando la sanzione non si raddoppia [E.Massi]

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro chiarisce i dubbi in merito alle sanzioni comminate in caso di distacco illecito

Il distacco degli apprendisti [E.Massi]

Il Ministero del Lavoro osserva che è obbligatorio prevedere l’ipotesi del distacco nel piano formativo dell’apprendista ed è necessario assicurare il tutoraggio sulla formazione

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 769 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

6 Commenti

  1. fla75
    Maggio 10, 14:55 Reply

    due aziende A e B fanno parte di un gruppo C e l’ azienda B decide di far assumere all azienda A dei collaboratori . E’ possibile tramite un accordo di gruppo trasferire i costi di questi ultimi all azienda B per cui sostanzialmente queste persone lavorano?

    • Roberto
      Maggio 10, 21:24 Reply

      Ritengo di sì, si tratta di un accordo commerciale. L’importante è che la gestione dei lavoratori avvenga da parte della soc. A.

  2. M77
    Aprile 23, 15:35 Reply

    Buondi, in merito all’argomento avrei una domanda :
    Azienda A e B fanno parte della holding C.
    A e B sono aziende diverse per prodotti venduti e servizi offerti.
    Il lavoratore viene distaccato da A a B per 6 mesi.
    B decide di assumere il lavoratore.
    Qualora A dovesse chiudere l’attività i lavoratori di A potrebbero chiedere il repechage presso B o altre aziende della Holding C, vista l’assunzione del collega?
    Grazie mille

    • Roberto
      Aprile 27, 08:32 Reply

      Nel caso prospettato, spetterà al giudice verificare se tra le aziende del gruppo esiste un unico centro d’imputazione datoriale, tale da evidenziare un repêchage “allargato” anche alle altre aziende. Ritengo che l’esempio del distacco può essere uno spunto di analisi ma, da solo, non rappresenta l’elemento chiave.

  3. hesp81
    Ottobre 22, 17:02 Reply

    Un’azienda capogruppo vorrebbe distaccare presso propria controllata del personale esecutivo. L’azienda capogruppo attualmente sta sfruttando lo smart working emergenziale per i propri dipendenti fino al 31/12/2021; è possibile dunque procedere al distacco anche in situazione di smart working, con i dipendenti coinvolti nel distacco che solo saltuariamente si recherebbero fisicamente presso l’azienda distaccataria, mentre per il resto lavorerebbero in modalità agile? E in caso affermativo, l’azienda distaccataria dovrebbe formalizzare l’esecuzione del lavoro in modalità agile?

    • Roberto
      Ottobre 23, 12:20 Reply

      La cosa è possibile. Dovrebbe essere tutto previsto all’interno dell’accordo di distacco (tra distaccante e distaccataria), anche le modalità con le quali avverranno le prestazioni di lavoro: in presenza e in smart-working. I lavoratori, altresì, dovranno essere informati. Andrebbe, inoltre, aggiornato l’accordo di distacco (qualora presente durante il periodo emergenziale).

Lascia un commento