fbpx

Cambio d’appalto: i lavoratori acquisiti vanno conteggiati nella quota di riserva dei disabili?

Cambio d’appalto: i lavoratori acquisiti vanno conteggiati nella quota di riserva dei disabili?

I lavoratori acquisiti dal nuovo appaltatore, per cambio d’appalto, non dovranno essere conteggiati nel Prospetto informativo, previsto per il mese di gennaio, e quindi non entreranno nel computo per il calcolo della quota di riserva dei disabili.

A seguire un estratto della nota n. 1046 del 26 novembre 2020 dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro:

Oggetto: L. n. 68/1999 – base computo per il calcolo della quota d’obbligo in caso di c.d. “passaggio di appalto”. È pervenuta alla scrivente Direzione una richiesta di parere in merito alla modalità di individuazione della base di computo per il calcolo della quota di riserva di cui all’art. 3, della L. n. 68/1999 per le imprese che subentrano in un appalto. Al riguardo, acquisito il parere dell’Ufficio legislativo del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, che si è espresso con nota prot. n. 12164 del 26 novembre 2020, si rappresenta quanto segue. Con riferimento all’ipotesi di acquisizione di personale già impiegato in un appalto, sebbene limitatamente alle imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati, il Ministero del lavoro, con la circolare n. 77/2001, ha inizialmente specificato che la copertura della quota di riserva deve essere assicurata calcolandola “sulla base dell’organico già in servizio presso l’impresa medesima al momento dell’acquisizione dell’appalto, ferma restando, com’è evidente, la permanenza in servizio dei disabili eccedenti provenienti dall’impresa cessata, a norma di legge”, considerato il carattere provvisorio dell’incremento occupazionale, destinato a subire una contrazione al temine dell’esecuzione dell’appalto stesso. Pertanto, il personale che transita dall’azienda uscente alla subentrante non dovrà essere computato nella quota di riserva ai fini dell’art. 3 della L. n. 68/1999. Tale interpretazione è stata confermata con l’interpello n. 23/2012, con il quale si è posto l’accento sulla natura temporanea dell’acquisizione del nuovo personale.

Qui per ulteriori approfondimenti sulle circolari dell’Ispettorato Nazionale del lavoro anno 2020.

Per maggiori informazioni sulle agevolazioni per le assunzioni del D.L. n.104/2020 dopo i chiarimenti dell’INPS, qui l’articolo di Eufranio Massi.

 

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 645 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Posso usufruire dell’ incentivo di 2 anni in caso di assunzione a tempo indeterminato di un lavoratore che lavora già a part-time?

A mio avviso no, in quanto per usufruire dell’ incentivo (esonero contributivo) previsto dalla Legge di Stabilità 2016 (Legge n. 208/2015) il lavoratore non deve avere un contratto di lavoro

Stiamo valutando l’assunzione di una persona italiana che lavora all’etero. Volevamo capire se possiamo godere di una agevolazione contributiva o fiscale in quanto offriamo un lavoro in Italia ad un cittadino italiano che al momento lavoro all’estero.

L’ agevolazione a cui, credo, Lei faccia riferimento è quella relativa al rientro dei c.d. “cervelli” e cioè una agevolazione fiscale prevista sino al 31 dicembre 2015 per favorire il

Un’azienda straniera verrà presso la mia impresa per effettuare dei lavori. Come rispetto il trattamento retribuito minimo per i lavoratori in trasferta?

Una azienda polacca verrà presso la mia azienda, per una settimana, per effettuare dei lavori di montaggio di un macchinario acquistato da loro. So che devono rispettare un trattamento retribuito

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento