fbpx

Come calcolare la durata della somministrazione a termine qualora il lavoratore sia assunto a tempo indeterminato dall’APL?

Come calcolare la durata della somministrazione a termine qualora il lavoratore sia assunto a tempo indeterminato dall’APL?

Ho letto che una recente norma ha escluso la possibilità di calcolare la durata della somministrazione a termine qualora il lavoratore sia assunto a tempo indeterminato dall’agenzia di somministrazione, ma questo non era già previsto come staff leasing?

No, in primis perché questa tipologia non è staff leasing, in quanto lo staff leasing si ha quando sia il rapporto di lavoro che il rapporto di somministrazione sono a tempo indeterminato. Inoltre, ordinariamente la missione a tempo determinato va computata nella durata massima dei contratti a termine, prevista dall’articolo 19, comma 2, del decreto legislativo n. 81/2015. Ricordo che questa disposizione (prevista nella legge 126/2020, di conversione del decreto legge 104/2020), è vigente fino al 31 dicembre 2021.

Per maggior chiarezza, di seguito, gli art. 19 e 34 del decreto legislativo n. 81/2015 :

Art. 19. Apposizione del termine e durata massima

  1. Fatte salve le diverse disposizioni dei contratti collettivi, e con l’eccezione delle attività stagionali di cui all’articolo 21, comma 2, la durata dei rapporti di lavoro a tempo determinato intercorsi tra lo stesso datore di lavoro e lo stesso lavoratore, per effetto di una successione di contratti, conclusi per lo svolgimento di mansioni di pari livello e categoria legale e indipendentemente dai periodi di interruzione tra un contratto e l’altro, non può superare i ventiquattro mesi. Ai fini del computo di tale periodo si tiene altresì conto dei periodi di missione aventi ad oggetto mansioni di pari livello e categoria legale, svolti tra i medesimi soggetti, nell’ambito di somministrazioni di lavoro a tempo determinato. Qualora il limite dei ventiquattro mesi sia superato, per effetto di un unico contratto o di una successione di contratti, il contratto si trasforma in contratto a tempo indeterminato dalla data di tale superamento.

Art. 34. Disciplina dei rapporti di lavoro

  1. In caso di assunzione a tempo indeterminato il rapporto di lavoro tra somministratore e lavoratore è soggetto alla disciplina prevista per il rapporto di lavoro a tempo indeterminato. Nel contratto di lavoro è determinata l’indennità mensile di disponibilità, divisibile in quote orarie, corrisposta dal somministratore al lavoratore per i periodi nei quali egli rimane in attesa di essere inviato in missione, nella misura prevista dal contratto collettivo applicabile al somministratore e comunque non inferiore all’importo fissato con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali. L’indennità di disponibilità è esclusa dal computo di ogni istituto di legge o di contratto collettivo.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 672 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Entro quando va stilato il piano formativo per gli apprendisti ?

All’atto della stipula del contratto, in quanto la possibilità introdotta dal D.L.vo 167/2011 sull’Apprendistato, di sottoscrivere il piano formativo entro i 30 giorni successivi è stato abolito dalla Legge n. 78/2014

Esiste la possibilità di regalare le proprie ferie? Nel caso si potesse, cosa bisogna fare?

Mi hanno appena chiesto se esiste la possibilità di regalare le proprie ferie. Avevo sentito qualcosa a riguardo ma non sono riuscita a trovare nulla. Nel caso si potesse, cosa

C’è qualche comunicazione all’Inail e/o Inps da effettuare per missioni all’estero di breve durata?

Le comunicazioni sono 2: INPS (obbligatoria): richiesta rilascio mod. A1. Ti invio il modello in pdf che andrà compilato con tutti i dati dell’azienda, dei lavoratori e della tipologia di

3 Commenti

  1. Roberto
    Ottobre 23, 15:43 Reply

    Conosco tale intepretazione ma questa contrasta con il dettato normativo che è molto chiaro: “Ai fini del computo di tale periodo si tiene altresi’ conto dei periodi di missione aventi ad oggetto mansioni di pari livello e categoria legale, svolti tra i medesimi soggetti, nell’ambito di somministrazioni di lavoro a tempo determinato.” (art. 19, comma 2, dlvo 81/2015). Quindi il legislatore non ha escluso dal computo le missioni a termine, indipendentemente se svolte da lavoratori assunti a tempo determinato o indeterminato.

  2. Fabrizio
    Ottobre 23, 00:03 Reply

    Egr. dott. Camera come si coordina tale interpretazione e la 126/2020 con la circolare 17/2018 del ministero del lavoro che dice, testualmente:
    “Giova, invece, precisare che nessuna limitazione è stata introdotta per l’invio in missione di
    lavoratori assunti a tempo indeterminato dal somministratore. Pertanto in questo caso, ai sensi
    dell’articolo 31 del citato decreto legislativo n. 81, tali lavoratori possono essere inviati in missione sia a
    tempo indeterminato che a termine presso gli utilizzatori senza obbligo di causale o limiti di durata,
    rispettando i limiti percentuali stabiliti dalla medesima disposizione”. Grazie mille

  3. Fabrizio
    Ottobre 22, 15:29 Reply

    Buongiorno Dott. Camera ma tale interpretazione (oltre che la legge 126/2020) come si conciliano con la Circolare n. 17 del 31 ottobre 2018 che testualmente dice: “Giova, invece, precisare che nessuna limitazione è stata introdotta per l’invio in missione di
    lavoratori assunti a tempo indeterminato dal somministratore. Pertanto in questo caso, ai sensi
    dell’articolo 31 del citato decreto legislativo n. 81, tali lavoratori possono essere inviati in missione sia a
    tempo indeterminato che a termine presso gli utilizzatori senza obbligo di causale o limiti di durata,
    rispettando i limiti percentuali stabiliti dalla medesima disposizione”.

    Grazie mille

Lascia un commento