fbpx

Distaccamento di un lavoratore in Cassa Integrazione in un’altra azienda: qual è la procedura?

Distaccamento di un lavoratore in Cassa Integrazione in un’altra azienda: qual è la procedura?

Buongiorno, vogliamo distaccare un nostro lavoratore, oggi in cassa integrazione, in un’altra azienda, la quale ha bisogno di personale per continuare a produrre.  Come dobbiamo procedere per essere in regola? Noi abbiamo pensato di inserire nell’accordo di distacco questa frase “l’azienda distaccante ha interrotto la sua attività e nel tentativo di ricollocare il dipendente, senza ricorrere al licenziamento e visto la necessità dell’azienda distaccataria di avere personale operaio, di procedere con il distacco presso lo stabilimento di xxx”.

Perché un distacco sia autentico, vi deve essere un interesse, di natura non economica, del distaccante (datore di lavoro), così come precisato dall’articolo 30, del decreto legislativo n. 276/2003.

Nella frase da Voi evidenziata, sembra che l’interesse provenga dall’azienda distaccataria (“visto la necessità dell’azienda distaccataria di avere personale operaio”), cosa che potrebbe essere interpretato come un prestito di manodopera.

Inoltre, l’eventuale distacco di lavoratori ad altra azienda, al di fuori dal campo di applicazione ordinario (come sopra evidenziato), è possibile nel caso in cui l’azienda voglia evitare una riduzione di personale. L’articolo 8, comma 3, della Legge n. 236/1993, dispone che “Gli accordi sindacali, al fine di evitare le riduzioni di personale, possono regolare il comando o il distacco di uno o più lavoratori dall’impresa ad altra per una durata temporanea.”. Quindi viene identificata in questa procedura la modalità corretta per regolare un distacco di lavoratori.

Leggi anche:

Quarantena dello studente e diritti dei genitori [E.Massi]

L’inizio del nuovo anno scolastico appare denso di incognite ed il rischio di positività degli studenti con obbligo di quarantena si riverbera direttamente sui genitori e sulla loro attività da lavoratori dipendenti

COVID-19: procedure attive dell’Inps per congedi e permessi 104

L’Istituto di Previdenza ha emanato le procedure di compilazione e invio on line delle domande relative ai congedi e permessi 104 per l’emergenza COVID-19

Decreto di Agosto: le nuove integrazioni salariali [E.Massi]

Una breve riflessione sulle integrazioni salariali post Covid-19 alla luce del nuovo Decreto Agosto approvato dal Consiglio dei Ministri

NASpI e licenziamenti nulli in periodo di sospensione: i chiarimenti dell’Inps [E.Massi]

I chiarimenti dell’Inps sulla questione del riconoscimento della NASPI in favore di chi è stato licenziato per giustificato motivo oggettivo in un momento in cui vigeva la sospensione dei licenziamenti

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 703 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.