fbpx

Posso mettermi in aspettativa non retribuita e lavorare altrove?

Un dipendente ha chiesto se può mettersi in aspettativa non retribuita per qualche mese e andare a lavorare in un'altra azienda. È possibile concederlo?

Posso mettermi in aspettativa non retribuita e lavorare altrove?

Un dipendente ha chiesto se può mettersi in aspettativa non retribuita per qualche mese e andare a lavorare in un’altra azienda. Non vuole dimettersi perché, ha trovato un lavoro a tempo determinato con poche garanzie per il futuro. È possibile concedere una cosa del genere?

Non è possibile richiedere una aspettativa, per quanto non retribuita, per stipulare un altro contratto di lavoro.

Normalmente l’aspettativa non retribuita è prevista esclusivamente per le finalità indicate dall’articolo 4, comma 2, della legge n. 53/2000 e dall’articolo 2, del D.M. n. 278/2000.

Per venire incontro alla richiesta del lavoratore, si potrebbe rivedere l’orario di lavoro (da tempo pieno a part-time), in modo che possa svolgere un ulteriore rapporto di lavoro, compatibile con l’attuale.

Per maggiori informazioni di seguito l’articolo 4, comma 2, della legge n. 53/2000:

  1. I dipendenti di datori di lavoro pubblici o privati possono richiedere, per gravi e documentati motivi familiari, fra i quali le patologie individuate ai sensi del comma 4, un periodo di congedo, continuativo o frazionato, non superiore a due anni. Durante tale periodo il dipendente conserva il posto di lavoro, non ha diritto alla retribuzione e non può svolgere alcun tipo di attività lavorativa. Il congedo non è computato nell’anzianità di servizio né ai fini previdenziali; il lavoratore può procedere al riscatto, ovvero al versamento dei relativi contributi, calcolati secondo i criteri della prosecuzione volontaria.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 813 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

356 Commenti

  1. ChiareAndre
    Settembre 08, 22:35 Reply

    Salve, ho un contratto nel privato part-time a tempo indeterminato per 20 ore settimanali. Posso chiedere l’aspettativa al mio datore di lavoro per lavorare nel pubblico con contratto a tempo determinato?

    • Roberto
      Settembre 09, 10:28 Reply

      Ritengo di sì, ma deve verificare la compatibilità tra i 2 rapporti di lavoro.

      • ChiareAndre
        Settembre 16, 21:13 Reply

        Per compatibilità intende se svolgo lo stesso lavoro?
        Andrei a svolgere un lavoro diverso, ma a tempo pieno 36 o 38 ore settimanali su turni nel pubblico come ho detto precedentemente e a determinato.

        • Roberto
          Settembre 20, 08:36 Reply

          Sì, che non vada in concorrenza con l’altra attività. Provi a chiedere all’INPS essendo un tempo pieno.

      • Albert
        Settembre 23, 22:28 Reply

        Salve ho un contratto tempo indeterminato, azienda dei mobili artigianali s.n.c per momento sono in casa integrazione, ho trovato un altro lavoro con la prova di 2 mesi e poi se va bene mi fanno contratto a tempo indeterminato. Posso chiedere alla mia azienda aspettativa non retribuita?

        • Roberto
          Settembre 28, 21:47 Reply

          Un lavoratore in cassa integrazione può prestare attività a termine presso un’altra azienda, l’importante è che avvisi sia l’INPS che il suo datore di lavoro

          • Lilly90
            Luglio 11, 22:16 Reply

            Salve, sono dipendente a tempo indeterminato presso un’azienda privata. Mi hanno proposto un assessorato esterno presso un comune con più di 10.000 abitanti. Cosa posso richiedere per svolgere la carica? E possibile anche chiedere un part time?

        • Francesco
          Ottobre 12, 20:25 Reply

          Salve, vorrei un informazione, lavoro in una azienda di turismo full time e attualmente sono in cassa integrazione vorrei sapere, se chiedo una aspettativa posso lavorare da un altra parte a tempo determinato full time?

          • Roberto
            Ottobre 14, 08:20 Reply

            Sì, viene prevista la possibilità, durante la CIG, di lavorare a tempo determinato. Chieda informazioni ad un patronato o all’INPS.

        • Nicolina mazzeo
          Novembre 25, 06:59 Reply

          Buongiorno sig.roberto ho un ruolo di ATA come cs e ho fatto art.18 comma 3
          Potrei ora accettare suppl.brevi come docente visto che si sta prospettando qsta ipotesi e considerato il fatto che non ho nessun diritto…come faccio…qua in Calabria non ci sono più lavori in inverno..c’è fame,
          La prego mi risponda se posso accettare qsta suppl.breve…grazie!

          • Roberto
            Dicembre 01, 14:44 Reply

            Ritengo di sì, deve comunque comunicare ciò a entrambi i datori di lavoro.

      • Esse
        Novembre 24, 00:36 Reply

        Buonasera.
        Ho un contratto di lavoro intermittente a tempo indeterminato, per cui do la disponibilità a lavorare il martedì e il giovedì dalle 14 alle 19 (quindi 10 ore a settimana).
        Dopodomani ho un colloquio per un contratto a tempo determinato per 6 mesi con scopo assunzione a tenpo indeterminato, 36 ore settimanali dal lunedì al sabato, su due turni giornalieri (6×6)
        Vorrei, nel caso il colloquio avesse esito positivo, mantenere il mio attuale lavoro fino alla conferma dell’assunzione a tempo indeterminato per il nuovo lavoro.
        A suo parere è possibile?
        I due contratti sono legalmente compatibili? Anche se sono già in accordi verbali con il mio attuale titolare (che mi ridurrebbe l’orario a 5 ore settimanali e mi offrirebbe la flessibilità necessaria per poter mantenere entrambi i lavori), suppongo di dover informare il “nuovo” datore di lavoro del mio attuale impegno lavorativo “da contratto”, e che lui ne debba tenere conto per la mia eventuale assunzione e disposizione dei turni…è corretto quanto scrivo?
        Grazie molte.

        • Roberto
          Dicembre 01, 14:47 Reply

          Innanzitutto mi scusi per il ritardo nella risposta. I due rapporti sono compatibili, stante la possibilità, da parte sua di rifiutare le “chiamate” qualora siano incompatibili con il rapporto a tempo pieno.

    • Babi
      Novembre 01, 12:56 Reply

      Ciao, anche a me interesserebbe sapere la stessa cosa: se si ha un lavoro part time, di 20 h settimanali, a tempo indeterminato presso un’azienda privata, posso prendermi un periodo di aspettativa non retribuita per svolgere un altro lavoro con contratto a tempo determinato da dipendente pubblico in un settore che è completamente diverso da quello attuale e quindi non in concorrenza? Se non erro, la tua domanda è la stessa. Sei riuscito in qualche modo a sapere la risposta certa? Grazie mille se mi vorrai rispondere 🙂

  2. Isabella
    Settembre 07, 08:33 Reply

    Salve sono dipendente pubblico a tempo indeterminato.Ho ricevuto un offerta di lavoro nel privato in un altra città.Posso chiedere aspettativa alla mia asl?

    • Roberto
      Settembre 08, 08:15 Reply

      Non è possibile chiedere l’aspettativa per svolgere un’altra attività a tempo indeterminato.

  3. Fiore
    Settembre 04, 08:26 Reply

    Salve ho chiesto ed ottenuto un’aspettativa non retribuita di 6 mesi,la mia mansione è di autista Tpl ma sono in graduatoria per cambio mansione per concorso interno vinto. La domanda è: conserverò al mio rientro la priorità della chiamata a nuova mansione anche se sarò assente per suddetta aspettativa? O perderò tale diritto?

    • Roberto
      Settembre 07, 08:24 Reply

      Ritengo che l’aspettativa non possa portarle delle penalità nella graduatoria.

      • Giuseppina
        Marzo 11, 23:07 Reply

        Salve, ho un contratto part-time 20 ore a tempo indeterminato presso un’azienda privata, posso mettermi in aspettativa da lavoro e firmare un contratto a tempo determinato come personale ATA?

        • Roberto
          Marzo 14, 21:20 Reply

          Sì, semprechè la sua azienda le conceda l’aspettativa.

          • Nunzia
            Maggio 30, 00:21 Reply

            Buonasera, lavoro in un’azienda privata con contratto a tempo indeterminato e full time, potrei mettermi in aspettativa per accettare un incarico o mensile o annuale nella scuola come insegnante? Grazie

            • Roberto
              Maggio 30, 21:53 Reply

              Con un rapporto di lavoro a full time è più difficile. Occorre la disponibilità di entrambi i datori di lavoro.

  4. Vincenzo
    Settembre 04, 08:13 Reply

    Salve…lavoro a tempo inderminato presso poste italiane….ho vinto un concorso nelle asl e vorrei sapere se e possibile chiedere aspettatoiva e provare almeno i due mesi di prova
    Grazie

    • Roberto
      Settembre 07, 08:25 Reply

      L’aspettativa non può essere presa per attivare un altro rapporto di lavoro a tempo pieno.

      • Michela
        Gennaio 08, 09:54 Reply

        Buongiorno, sono dipendente di un’azienda privata, posso chiedere un periodo di aspettativa per svolgere un altro lavoro a tempo determinato?

        • Roberto
          Gennaio 10, 21:31 Reply

          La richiesta è sempre subordinata all’accettazione da parte della sua azienda.

  5. Dede71
    Settembre 02, 11:09 Reply

    Buongiorno, lavoro da 5 anni in un’azienda di TPL. Mi è stato proposto un’altro lavoro per trasporto merci e vorrei provare. Posso chiedere aspettativa per provare l’altro lavoro?
    Grazie

    • Roberto
      Settembre 03, 11:28 Reply

      Ritengo che non sia possibile richiedere una aspettativa per effettuare un altro lavoro a tempo pieno.

      • Antonio
        Gennaio 05, 20:28 Reply

        Salve, lavoro come operaio in una azienda a tempo pieno con contratto indeterminato, mi hanno chiamato come OSS in ospedale con avviso pubblico una durata di sei mesi con contratto determinato.. Come posso fare per non perdere il lavoro nell’azienda, accettando di fare l oss?

        • Antonino
          Dicembre 04, 06:51 Reply

          Buongiorno signor Roberto io ho un lavoro con contratto a tempo indeterminato par time 80% presso un azienda partecipata della regione. In questo momento sono in cassa integrazione posso andare a lavorare presso un altra azienda con contratto a tempo determinato? Devo mettermi in aspettativa? Grazie

  6. Paola
    Agosto 30, 15:05 Reply

    Salve lavoro per un’azienda privata a tempo indeterminato da 18 anni. Sono nelle graduatorie scolastiche, se dovessi ricevere la chiamata dalla scuola posso chiedere aspettativa non retribuita all’azienda?

    • Roberto
      Settembre 03, 11:27 Reply

      Non è possibile richiedere una aspettativa per svolgere un’altra attività a tempo pieno.

      • Vincenzo
        Settembre 04, 08:06 Reply

        Salve…lavoro a tempo indeterminato come portalettere per Poste italiane e ho vinto in concorso come oss in Ospedale…e possibile mettersi in aspettativa e provare almeno il periodo do prova con la asl ?grazie

      • Ella
        Settembre 17, 17:03 Reply

        Buongiorno. Lavoro part time (20 ore settimanali) presso un’azienda. Avendo la possibilità di avere un contratto a tempo determinato presso una scuola, posso chiedere l’aspettativa? Non retribuita? I due lavori sono chiaramente incompatibili tra loro.
        In caso fossi invece licenziata dall’azienda, potrei poi chiedere la Naspi alla scadenza del contratto a tempo determinato?

        • Roberto
          Settembre 20, 08:59 Reply

          Ritengo di sì, ma deve chiedere alla pubblica amministrazione che l’assume. Se verrà licenziata le spetterà la naspi solo se non ha un nuovo rapporto di lavoro.

        • Giusi
          Ottobre 04, 16:45 Reply

          Buon pomeriggio.
          Ho un part time 25h in un’azienda privata.
          L’azienda mi ha già detto che se prendo l’aspettativa non posso lavorare durante l’aspettativa anche su docenza temporanea quindi in rapporti di non concorrenza.
          Posso però completare il mio orario settimanale prendendo un altro lavoro part time fino a un massimo di 40 h settimanali.
          Ma la domanda è in aspettativa non posso neanche lavorare part time ?
          Se si vale comunque il massimale delle 40h settimanali o posso prendere un altro part time anche con più h purché non sia un full time ?
          Grazie
          Giusi

          • Roberto
            Ottobre 06, 21:12 Reply

            Lei può svolgere un altro lavoro durante l’aspettativa ma non deve essere un orario a tempo pieno. Può anche sforare il massimale di 48 ore che è stato previsto dalla legge per il singolo rapporto di lavoro.

        • Antonio
          Gennaio 05, 20:30 Reply

          Salve, lavoro come operaio in una azienda a tempo pieno con contratto indeterminato, mi hanno chiamato come OSS in ospedale con avviso pubblico una durata di sei mesi con contratto determinato.. Come posso fare per non perdere il lavoro nell’azienda, accettando di fare l oss?

      • Fede
        Febbraio 03, 09:40 Reply

        Salve. Lavoro per una società s. r. l. a tempo indeterminato con contratto part time da 15 ore settimanali. Sto valutando altre offerte di lavoro. Se mi dovessero chiamare da qualche altra parte a tempo determinato ( magari per un periodo di prova ) posso chiedere l’aspettativa? Grazie

        • Roberto
          Febbraio 03, 22:05 Reply

          Ritengo di sì, sempre se la sua azienda la conceda.

  7. Dott
    Agosto 13, 11:06 Reply

    Salve, sono un medico assunto a tempo indeterminato con contratto di neonatologia presso una struttura pubblica da ottobre 2019. Ho vinto un concorso a tempo indeterminato nella medesima disciplina (neonatologia) presso un altro ospedale pubblico. La ASL in cui lavoro attualmente mi ha spiegato che posso chiedere l’aspettativa, ma la ASL presso cui ho vinto il concorso mi ha invece detto che non posso firmare il contratto presso la loro struttura chiedendo l’aspettativa. Mi hanno informata che l’aspettativa è un mio diritto, perchè la ASL dove dovrei andare a lavorare non dovrebbe accettarmela?
    Grazie

    • Roberto
      Agosto 14, 18:16 Reply

      Dipende dal regolamento che l’Ente si è dato per valutare la compatibilità nell’assumere un lavoratore già alle dipendenze di altra struttura sanitaria. Provi a farsi dare il regolamento.

  8. Aleks
    Agosto 11, 16:56 Reply

    Buonasera,
    io sono stato assunto da un’azienda italiana che mi ha messo in aspettativa per andare a lavorare sotto un’altra azienda con sede in olanda per un anno. questi sono contratti tipici per la mia categoria di lavoro ( fare un anno all’estero e poi rientrare in azienda in italia). il mio CUR (ex CUD) viene compilato ancora dall’azienda di appartenenza in italia. Legalmente l’azienda con sede in Italia viene considerata ancora come mio datore di lavoro visto che prepara il la mia Certificazione Unica?

    Grazie mille

    • Roberto
      Agosto 12, 16:19 Reply

      Ritengo di sì, in quanto è colei che sta pagando e presumo sta anche fornendo le buste paga.

  9. dr.luke
    Agosto 08, 16:06 Reply

    Salve, ho un contratto nel privato part-time a tempo indeterminato con 30 ore settimanali, il mio datore di lavore è propenso a concedermi la sopensione del contratto per svolgere delle supplenze nella scuola pubblica. La mia domanda è: posso firmare un contratto di lavoro nel pubblico (le supplenze sono a tempo determinato) pur essendo ancora in essere con il mio contratto in azienda, sebbene io lo abbia sospeso? o devo per forza dimettermi per accettare le supplenze?

    • Roberto
      Agosto 11, 10:03 Reply

      Può richiedere una aspettativa non retribuita. Deve, a mio avviso, chiedere all’ente pubblico se è compatibile questa eventualità.

      • Vincenzo
        Ottobre 29, 13:22 Reply

        Buongiorno, mi chiamo Vincenzo, verrei chiedere un informazione.
        Lavoro da 20 anni come operaio in un impresa privata ma attualmente ho avuto un offerta di lavoro in un altra fabbrica però subordinata al superamento di una prova della durata di 2 mesi, posso chiedere un aspettativa non retribuita per tale periodo? Questa nuova opportunità di lavoro mi consentirebbe di avvicinarmi a dove abito, ora percorro circa 120km al giorno per andare a lavorare. Grazie.

  10. serexxx77
    Luglio 20, 12:58 Reply

    buongiorno, lavoro come impiegata amministrativa a tempo indeterminato, nel 2018 ho aperto un centro estetico, ho assunto una ragazza che svolge tutte le attività del centro, ma amministrativamente ho bisogno di seguirlo di più.
    Posso chiedere un’aspettativa per vedere di risolvere le questioni del centro e vedere soprattutto se posso mantenermi con questo lavoro lasciando definitivamente il lavoro da dipendente?
    Grazie

    • Roberto
      Luglio 21, 16:11 Reply

      Sì, sempreché il suo datore di lavoro sia proponso a concederle l’aspettativa.

Lascia un commento