fbpx

È obbligatoria la risposta ad una statistica dell’INAPP?

È obbligatoria la risposta ad una statistica dell’INAPP?

Abbiamo ricevuto una richiesta di partecipazione ad una statistica da parte l’Istituto Nazionale per l’Analisi delle Politiche Pubbliche (INAPP). Si tratta di una rilevazione prevista nel Programma Operativo Nazionale – Sistemi di politiche attive per l’occupazione (PON SPAO). Volevamo sapere se fosse obbligatoria la partecipazione.

Sì, la statistica rientra nell’elenco del Programma statistico nazionale 2017-2019. La richiesta dell’ente comporta l’obbligo di risposta. Allego il link di riferimento della statistica codice IAP-00006 (ex ISF-00039):

  Elenco obbligo risposta Programma Statistico Nazionale

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 683 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Esistono svantaggi nell’assunzione di un domestico con un contratto a termine?

Il rapporto di lavoro domestico è differente rispetto ad un ordinario rapporto di lavoro. Non parlerei di svantaggi nell’assumere un lavoratore a termine ma di piccole differenze. Tra queste: il

L’ispettorato del lavoro in data 24/07/2015 ha verbalizzato un lavoratore a nero immediatamente regolarizzato con unilav è possibile dopo la regolarizzazione godere della legge 190/2014?

No, in quanto l’esonero contributivo può essere richiesto esclusivamente nel caso in cui l’assunzione avvenga senza alcun obbligo normativo o contrattuale. In questo caso, a monte dell’assunzione del lavoratore, vi

Cosa si intende per pausa durante l’orario di lavoro?

L’art. 8 del D.L.vo n. 66/2003 e la circolare del Ministero del Lavoro n. 8/2005 spiegano chiaramente che allorquando l’orario giornaliero supera le 6 ore, il lavoratore ha diritto ad

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.