Se distacco un mio lavoratore presso un’altra azienda, posso fatturare il suo lavoro all’azienda che riceve la prestazione?

image_pdfimage_print

Il distacco soggiace alle regole previste dall’art. 30 del d.l.vo 276/2003 e che si possono così sintetizzare: interesse del distaccante, temporaneità, titolarità del rapporto di lavoro sempre in capo al distaccante. Detto ciò, qualora siano presenti questi presupposti, che fanno ritenere genuino il distacco, il datore di lavoro può fatturare all’azienda “distaccataria” il puro costo del lavoro, senza aggiungere altro; ciò al fine di non far ritenere che vi sia una intermediazione illecita di manodopera.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 419 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento