Subito dopo un contratto a tempo determinato per sostituzione posso riassumere il lavoratore per attività stagionale?

Subito dopo un contratto a tempo determinato per sostituzione posso riassumere il lavoratore per attività stagionale?

Riepilogo la fattispecie in modo da inquadrare la situazione:

  • è in atto un contratto a tempo determinato che ha come causale la sostituzione di un lavoratore con diritto alla conservazione del posto di lavoro.
  • al rientro del lavoratore sostituito il lavoratore a termine deve cessare il rapporto di lavoro e il contratto a termine decade.
  • dal giorno successivo, il lavoratore può essere assunto a tempo determinato per attività stagionali (qualora l’azienda sia in periodo di stagionalità). Infatti, l’articolo 21, comma 2, del decreto legislativo 81/2015 esonera, dal cd. “stop & go” i lavoratori impiegati nelle attività stagionali. Inoltre, il periodo del contratto stagionale non viene cumulato con i pregressi periodi previsti negli ordinari contratti a tempo determinato e con eventuali pregressi rapporti in somministrazione avvenuti con il lavoratore.

Per approfondire leggi: Il contratto a termine tra causali difficili e stagionalità: la soluzione nel trasporto aereo [E.Massi]

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 592 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Il nostro RSSP, responsabile della protezione e prevenzione, mi chiede se ho mai comunicato all’Inail, come datore di lavoro, i nominativi dei RLS. È obbligatoria la comunicazione?

Sì, la comunicazione è obbligatoria (articolo 18, lettera aa, del decreto legislativo 81/2008) e va fatta in modalità telematica, attraverso la Sezione servizionline del portale Inail > Dichiarazione Rls. In

Voglio dare una somma (500 euro) ai miei dipendenti che hanno familiari non autosufficienti. Sono considerati esenti da un punto di vista fiscale?

Ritengo che le somme erogate in contanti che non siano date quale rimborso a spese sostenute dai lavoratori per i propri familiari non autosufficienti (art. 51, comma f-ter, TUIR), rappresentino

Contratto a termine : se assumo un lavoratore a termine con una qualifica diversa da quella che ha avuto in un precedente rapporto di lavoro a tempo determinato, devo sommare il periodo precedente per il raggiungimento dei 36 mesi ?

Se la nuova mansione è diametralmente opposta rispetto a quella precedentemente fatta, no. Il periodo da considerare per il calcolo del limite di durata massima, deve riguardare lo svolgimento di

2 Commenti

  1. valeria
    Maggio 29, 09:47 Reply

    Buongiorno,
    il CCNL studi professionali mi permette di prorogare il contratto a tempo det. PART TIME per sostituzione fino alla fine della fruizione dei permessi per allattamento (quindi entro l’anno di vita del nascituro). quindi nascituro nato ad aprile 2019, proroga del contratto fino ad aprile 2020 in concomitanza delle assenze per allattamento; me lo conferma? posso però – nella proroga – ridurre le ore del part time (visto che in sostanza lavorano entrambe)? inoltre, potrà usufruire degli sgravi? (mi parrebbe di no visto che questi sono legati solo alle situazioni di congedo e non anche di permessi per allattamento).
    la ringrazio

    • Roberto
      Maggio 30, 16:44 Reply

      L’accordo tra le parti può portare alla riduzione delle ore di lavoro in corrispondenza alle motivazioni della sostituzione (assenza della mamma per allattamento). No, per quanto riguarda lo sgrazio.

Lascia un commento