Sono un lavoratore licenziato per giusta causa dall’azienda. Mi hanno detto che essendo un licenziamento per mia colpa, non mi spetta l’indennità di disoccupazione. È vero?

Sono un lavoratore licenziato per giusta causa dall’azienda. Mi hanno detto che essendo un licenziamento per mia colpa, non mi spetta l’indennità di disoccupazione. È vero?

No, anche i licenziamenti per motivi disciplinari (giustificato motivo soggettivo e giusta causa) rientrano tra le ipotesi di disoccupazione involontaria conseguente ad un atto unilaterale del datore di lavoro e come tale danno diritto, al lavoratore, di ricevere la NASpI (indennità di disoccupazione). In tal senso, si è espresso sia il Ministero del Lavoro (vedasi l’interpello n. 13/2015) che l’Inps (vedasi la circolare 142/2012).

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 502 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Il lavoratore non è rientrato dalle ferie. Doveva rientrare il 4 settembre. Come mi devo comportare? Posso procedere al licenziamento?

Per procedere ad un licenziamento per assenza ingiustificata bisogna rispettare quanto prescritto dalla legge (art. 7 della L. 300/70) e dal contratto collettivo nazionale di riferimento dell’azienda. In primo luogo,

E' uscito il decreto sulla detassazione, potrò detassare le retribuzioni di produttività?

Non è così semplice ed immediata la detassazione. Innanzitutto, il decreto è stato solo sottoscritto dai Ministri dell’Economia e del Lavoro e non è stato ancora registrato in Corte dei

Per assumere un lavoratore americano specializzato, quali sono i requisiti previsti dalla normativa per bypassare i flussi annuali?

Vengono considerati altamente qualificati (Carta blu Ue – art. 27 quater) gli stranieri che sono in possesso: di un titolo di istruzione superiore rilasciato dall’autorità competente nel Paese dove è

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento