Posso applicare l’offerta conciliativa prevista per le tutele crescenti per il licenziamento di un dirigente?

Posso applicare l’offerta conciliativa prevista per le tutele crescenti per il licenziamento di un dirigente?
image_pdfimage_print

Due anni fa ho assunto un dirigente che ora voglio licenziare perché quelle attività non esistono più in azienda. Vorrei evitare il contenzioso: posso applicare l’offerta conciliativa prevista per le tutele crescenti?

Purtroppo non è possibile perché al dirigente non si applica la normativa prevista dal decreto legislativo n. 23 del 2015 (tutele crescenti). Questa disposizione è prevista proprio all’interno dell’articolo 1 del D.L.vo 23/2015, allorquando viene precisato che il campo di applicazione è composto dai “lavoratori che rivestono la qualifica di operai, impiegati o quadri”.

Per maggiori informazioni di seguito l’articolo 1 del D.L.vo 23/2015:

[…]Art. 1. Campo di applicazione

  1. Per i lavoratori che rivestono la qualifica di operai, impiegati o quadri, assunti con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto, il regime di tutela nel caso di licenziamento illegittimo è disciplinato dalle disposizioni di cui al presente decreto.
  2. Le disposizioni di cui al presente decreto si applicano anche nei casi di conversione, successiva all’entrata in vigore del presente decreto, di contratto a tempo determinato o di apprendistato in contratto a tempo indeterminato.
  3. Nel caso in cui il datore di lavoro, in conseguenza di assunzioni a tempo indeterminato avvenute successivamente all’entrata in vigore del presente decreto, integri il requisito occupazionale di cui all’articolo 18, ottavo e nono comma, della legge 20 maggio 1970, n. 300, e successive modificazioni, il licenziamento dei lavoratori, anche se assunti precedentemente a tale data, è disciplinato dalle disposizioni del presente decreto[…]

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 471 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Ho un ragazzo di 24 che voglio assumere a tempo indeterminato con un contratto intermittente, ci sono problemi?

Si evidenzia che il contratto intermittente, disciplinato dagli articoli 13 e ss. del decreto legislativo n. 81/2015, stabilisce le ipotesi di utilizzo che si possono così sintetizzare: secondo le esigenze

Per aziende straniere che distaccano lavoratori in Italia, in che modo si devono nominare i due referenti? Cosa si intende per “comunicazione pubblica”?

  Ad oggi, non essendoci ancora chiarimenti ministeriali in merito, Le fornisco le seguenti risposte ai suoi quesiti: 1: la norma parla di “nomina” e non di assunzione, per cui

I licenziamenti collettivi nel decreto sul contratto a tutele crescenti [E. Massi]

Con poche righe contenute nell’art. 10 il Legislatore delegato, con esclusivo riferimento agli assunti a partire dalla data di entrata in vigore del Decreto Legislativo sul contratto a tutele crescenti,

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento