La presente per chiedere informazioni sulla corretta modalità e procedura da seguire pr la trasformazione di un contratto a tempo indeterminato full-time in tempo parziale.Precisamente chiedo in quale modalità (tempistiche/modulistiche) deve essere effettuata la convalida di tale trasformazione davanti alla dpl-territorialmente competente ?

image_pdfimage_print

Non esiste una modulistica obbligatoria per la trasformazione del rapporto di lavoro da full-time a part-time, per cuipuò utilizzare una qualsiasi forma scritta che evidenzi la volontarietà per le parti(datore e lavoratore) di addivenire ad una rimodulazione, in riduzione, del rapporto di lavoro. Inoltre, non vi è più l’obbligo di convalidare detta riduzione alla DTL competente.

A cura di : Roberto Camera

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 458 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Quali sanzioni sono previste in caso di inadempienza all’ obbligo formativo ?

Il mancato assolvimento dell’ obbligo formativo , tale da pregiudicare le finalità dell’istituto e di cui sia esclusivamente responsabile il datore di lavoro, comporta il pagamento del doppio della differenza

E' possibile continuare a percepire lo straordinario a forfait in caso di maternità?

Ritengo che non sia il caso di erogare una forfettizzazione degli straordinari in caso di prolungata assenza della lavoratrice, in quanto potrebbe essere valutata da un giudice come una ulteriore

Un lavoratore ha sbagliato a comunicare la data di fine rapporto per dimissioni, indicando, nelle dimissioni online, la data di inizio decorrenza del preavviso. Deve annullare le dimissioni e rifarle?

Non è necessario, in quanto è sufficiente che il lavoratore faccia due righe scritte al datore di lavoro, indicando l’errore commesso e precisando la data di decorrenza delle dimissioni (al

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento