Nel CCNL dei Pubblici Esercizi ho visto che c’è la possibilità di fare contratti di 8 h per i week end. Che vincoli hanno questi contratti?

Nel CCNL dei Pubblici Esercizi ho visto che c’è la possibilità di fare contratti di 8 h per i week end. Che vincoli hanno questi contratti?
image_pdfimage_print

L’articolo 77, del CCNL Pubblici Esercizi, stabilisce che è possibile stipulare contratti a tempo parziale, per il solo fine settimana, di durata non inferiore alle 8 ore.

Detti contratti possono essere stipulati solo con:

  • percettori di forme di sostegno/integrazione al reddito
  • studenti. Non essendo specificato oltre, ritengo che per qualificare il soggetto “studente”, si debba applicare quanto, in genere, la normativa prevede per altre tipologie lavorative: “regolarmente iscritto a un ciclo di studi presso un istituto scolastico di qualsiasi ordine e grado ovvero a un ciclo di studi presso l’università” (articolo 54-bis, Legge 96/2017 – prestazione occasionale).

La norma contrattuale prevede, inoltre, che qualora venga previsto un orario giornaliero inferiore alle 4 ore, detto orario non potrà essere frazionato nell’arco della giornata.

Infine, faccio presente che detta disposizione prevede la possibilità che le parti (azienda e RSU/RSA) rivedano le casistiche (oltre studenti e percettori di sostegno al reddito) e le modalità di collocazione della giornata di lavoro e della durata della prestazione, attraverso un semplice accordo aziendale (no accordo di prossimità).

Estratto dall’articolo 77 del CCNL Pubblici Esercizi – Part time weekend

[…] Possono essere stipulati contratti di lavoro a tempo parziale della durata di almeno otto ore settimanali, per il fine settimana, con studenti. Diverse modalità relative alla collocazione della giornata di lavoro e durata della prestazione potranno essere definite previo accordo aziendale o territoriale. La prestazione lavorativa giornaliera di durata inferiore a quattro ore non potrà essere frazionata nell’arco della giornata […]

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 454 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Un collaboratore che opera presso la mia azienda ha un contratto a progetto che scadrà il prossimo 31/08/2015. Secondo quanto leggo il contratto dovrà cessare alla scadenza per cui, volendo continuare il rapporto, le chiedo quali siano le possibilità aperte.

Prima di dare una risposta, avrei bisogno di conoscere, in concreto, l’attività svolta dal collaboratore. In linea di massima, la collaborazione coordinata e continuativa (co.co.co.) non è stata abrogata dalla

Se una mia dipendente richiede all’inps i voucher per l’acquisto di servizi di baby-sitting, devo concedere il congedo parentale?

No. L’art. 4, comma 24, lett. b) del DLvo 92/2012 prevede la possibilità di concedere alla madre lavoratrice, al termine del periodo di congedo di maternità, per gli 11 mesi

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento