È possibile trasformare un contratto intermittente in un part-time a T. Ind. usufruendo delle agevolazioni della legge n 205/17?

È possibile trasformare un contratto intermittente in un part-time a T. Ind. usufruendo delle agevolazioni della legge n 205/17?
image_pdfimage_print

Una ditta ha in forza una dipendente con contratto intermittente a tempo indeterminato: il 01/06/2018 trasforma il contratto in part time a tempo indeterminato. La ditta può usufruire dell’agevolazione legge 2018 n 205/17 per la trasformazione del contratto (giovane di 34 anni) con beneficio contributi INPS 50% per 36 mesi?

Segue la risposta di Roberto Camera:

Il contratto intermittente non può essere trasformato in contratto a tempo indeterminato ordinario (sia esso a full-time o a part-time). Deve essere chiuso il rapporto intermittente ed instaurato il rapporto a tempo indeterminato. In questo modo, stante le altre regole previste dal legislatore della L. 205/2017, l’azienda avrebbe anche la possibilità di usufruire delle agevolazioni previste per l’assunzione a tempo indeterminato di un giovane.

 

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 466 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Ho un dipendente con un bimbo di 4 anni. Se me lo dovesse richiedere, può esentarsi dal turno notturno?

Le chiedo un approfondimento, il dipendente è genitore di un bimbo di 4 anni. Se me lo dovesse richiedere, il dipendente padre può non effettuare il turno notturno? Dalle informazioni

Dal 1 settembre verrà una ragazza, che ha lavorato fino ad oggi presso uno studio legale, ad occuparsi delle nostre pratiche legali e recupero crediti.

dal 1 settembre verrà una ragazza, che ha lavorato fino ad oggi presso uno studio legale, ad occuparsi delle nostre pratiche legali e recupero crediti. Ha la partita iva e

Un lavoratore deve rientrare in azienda dopo una assenza per malattia di 3 mesi, ho saputo che l’azienda non può farlo rientrare senza una visita medica di idoneità. È così?

Il D.L.vo n. 106/09 ha incrementato l’elenco delle visite mediche ricomprese nella disciplina della sorveglianza sanitaria, introducendo la lettera e-ter), al comma 2, dell’art. 41, del D.lgs. n. 81/08, stabilendo

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento