fbpx

Devo distaccare, in una azienda della Repubblica Ceca, che appartiene al nostro gruppo, 2 lavoratori. Quali sono gli adempimenti da fare?

Devo distaccare, in una azienda della Repubblica Ceca, che appartiene al nostro gruppo, 2 lavoratori. Quali sono gli adempimenti da fare?

La Repubblica Ceca, essendo all’interno della Comunità Europea, dovrebbe aver recepito la Direttiva 2014/67/UE in materia di distacchi transnazionali.

Bisognerebbe sentire la ditta ceca per sapere se è stata recepita e qual è la modalità di comunicazione, al ministero del lavoro ceco, del distacco (esempio: in Italia è prevista una comunicazione telematica tramite il sito cliclavoro.gov.it).

Inoltre, la vostra ditta dovrebbe richiedere, all’Inps, tramite il cassetto previdenziale, il modello A1 per i lavoratori che invierà in distacco.

Per quanto riguarda l’assicurazione Inail, non vi è un obbligo ma una facoltà dell’azienda. Va effettuato online, entrando nel sito dell’Inail (Modulo PD A1).

Va fatta anche la comunicazione Unilav di avvio del distacco.

Infine, per quanto riguarda l’accordo di distacco, questo è insito nell’interesse del gruppo. Comunque, è il caso di sottoscrivere, tra le aziende, un accordo di distacco che evidenzi le motivazioni.

Ricordo che l’eventuale fatturazione per l’uso del vostro personale, da parte dell’altra azienda, non potrà andare oltre al mero costo del lavoro, andare oltre potrebbe essere visto come intermediazione di manodopera.

 

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 647 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Ho un ragazzo di 24 che voglio assumere a tempo indeterminato con un contratto intermittente, ci sono problemi?

Si evidenzia che il contratto intermittente, disciplinato dagli articoli 13 e ss. del decreto legislativo n. 81/2015, stabilisce le ipotesi di utilizzo che si possono così sintetizzare: secondo le esigenze

Una convenzione con un Ente formativo per l’istituzione di un tirocinio può essere​​ multiplo. Ossia deve indicare il nominativo del ragazzo oppure può riguardare un periodo di tempo entro il quale è possibile stipulare più tirocini?​

La convenzione per l’istituzione di un tirocinio può prevedere un periodo, anche di un anno o più, entro il quale stipulare più tirocini curriculari tra il soggetto promotore e quello

La procedura collettiva di riduzione di personale si applica al settore delle costruzioni edili ?

La risposta è negativa nel senso che la procedura non trova applicazione nel caso di fine lavoro o fine cantiere o anche nell’esaurimento di una singola fase di lavoro che

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento