fbpx

Sull’incentivo all’ esodo va pagata la contribuzione agli istituti previdenziali ?

No. Dalla retribuzione imponibile sono escluse le somme corrisposte in occasione della cessazione del rapporto di lavoro, al fine di incentivare l’ esodo dei lavoratori. L’indicazione fornita dal legislatore è stata recepita dall’Inps, la quale ha ritenuto che debbano “ritenersi esenti dai contributi previdenziali ed assistenziali le somme erogate al fine di rimuovere impedimenti legali o contrattuali al recesso individuale dal rapporto di lavoro da parte del datore di lavoro”.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 758 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

4 Commenti

  1. Vasilica
    Gennaio 04, 18:30 Reply

    Buongiorno,
    IRPEF sul incentivo all’esodo ha una percentuale di 23,83 % ?
    Devono trattenermi contributo IVS e CIGS ?

  2. Silvia Benussi
    Settembre 21, 14:03 Reply

    Buongiorno dott. Camera, mi conferma che l’importo dell’incentivo all’esodo concordato con il lavoratore incentivato, oltre a non essere imponibile INPS, è soggetto a tassazione separata (come il TFR)?
    la ringrazio,
    Silvia

    • Roberto
      Settembre 22, 18:47 Reply

      Sì. E’ importante che alla base vi sia un accordo conciliativo in sede protetta e che il rapporto cessi (o sia cessato) nell’immediatezza della conciliazione.

Lascia un commento