Il preavviso è dovuto in caso di dimissioni durante il periodo di maternità ?

image_pdfimage_print

L’art. 55 del TU sulla maternità evidenzia che in caso di dimissioni volontarie presentate durante il periodo di maternità (fino ad un anno di età del bimbo) la lavoratrice ha diritto alle indennità previste dalle disposizioni di legge e contrattuali per il caso di licenziamento; per cui, non solo non è dovuto ma l’indennità di preavviso la deve erogare il datore di lavoro.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 452 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Un mio lavoratore non è rientrato dalle ferie, posso iniziare una procedura disciplinare?

Qualora il lavoratore non rientri dalle ferie alla data prevista e non giustifichi tale assenza (es. con un certificato medico), il datore di lavoro può iniziare la procedura disciplinare attraverso

Nell'Assicurazione Sanitaria Integrativa FASI per dirigenti, le cifre, considerate benefits a carico del lavoratore, sono soggette ad imposta sul reddito?

  Il TUIR, all’articolo 51, co. 2, lett. a), stabilisce che non concorrono a formare reddito i contributi di assistenza sanitaria versati a casse aventi esclusivamente fine assistenziale, per un

Qual’è il massimale di compenso che posso prevedere per un lavoratore accessorio ?

Il massimale di compenso che posso prevedere per un lavoratore accessorio è pari a 2.000 euro netti l’anno, attraverso la corresponsione di voucher. Il massimale riguarda esclusivamente gli imprenditori, in quanto,

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento