Qual è la procedura per le dimissioni di una dipendente che si è sposata 6 mesi fa? L’azienda come può essere sicura di aver chiuso il rapporto di lavoro?

Qual è la procedura per le dimissioni di una dipendente che si è sposata 6 mesi fa? L’azienda come può essere sicura di aver chiuso il rapporto di lavoro?

La lavoratrice, per definire le sue dimissioni, deve compiere una duplice procedura: quella prevista dall’art. 26 del D.lvo 151/2015 (c.d. dimissioni online) e quella prevista dall’articolo 35, comma 4 del d.lgs.198/2006 (convalida da parte dell’Ispettorato del lavoro, prevista per le dimissioni durante il primo anno dal matrimonio).

In pratica, la lavoratrice potrà rivolgersi all’Ispettorato del lavoro, in primis per effettuare la nuova procedura online di presentazione delle dimissioni e poi convalidando, sempre da parte dell’Ispettorato del lavoro, dette dimissioni, quale lavoratrice nell’anno dal matrimonio.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 520 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Può un’azienda che applica il CCNL Metalmeccanica, consentire solo 5,30H ore di lavoro supplementare?

  Riportiamo una testimonianza: Nel 2008 la direzione risorse umane di un’azienda che applica il CCNL Metalmeccanica ha inviato una email di chiarimenti e indicazioni circa l’orario di lavoro del

Abbiamo bisogno di una figura professionale che non abbiamo internamente ma che ha la nostra capo gruppo, come possiamo utilizzare questa risorsa?

In base ai presupposti evidenziati, ritengo che il distacco infragruppo (art. 30, D.L.vo n. 276/2003) sia la procedura più idonea allo scopo. Proprio il Ministero del Lavoro, con il recente

Ho una attività che presenta brevi periodi di lavoro, non prevedibili, di picco. Ho, per quest’attività, una lavoratrice part-time. Come posso chiederle, in questi periodi, un aumento di ore di lavoro?

Le modalità sono 2 e prevedono sempre la condivisione della lavoratrice: Lavoro supplementare, con le maggiorazioni previste dal CCNL applicato; Applicazione nell’accordo di part-time della clausola elastiche (art. 6 DLvo

2 Commenti

  1. TERESA
    Maggio 30, 17:19 Reply

    un lavoratore con contratto di apprendistato può svolgere il lavoro intermittente presso altra azienda?
    Grazie

    • Roberto
      Maggio 30, 21:20 Reply

      Sì, nel rispetto dell’orario massimo di lavoro e dei riposi giornalieri e settimanali.

Lascia un commento