Un addestratore di cani per dare lezioni private come deve agire per essere in regola con il fisco e la previdenza?

Un addestratore di cani per dare lezioni private come deve agire per essere in regola con il fisco e la previdenza?

In merito al quesito relativo alla gestione delle lezioni private, queste le possibili alternative:

  • PRESTAZIONI OCCASIONALI – art. 54 bis, legge n. 96/2017 (sostitutive dei c.d. voucher)
    1. La procedura prevede la registrazione sul sito dell’INPS da parte della famiglia che utilizza la prestazione e da parte dello stesso prestatore;
    2. Esistono 2 limiti economici: 5.000 euro annui per tutte le prestazioni occasionali fatte dal prestatore – 2.500 euro annui per le prestazioni fatte ad ogni singola famiglia.
  • APERTURA PARTITA IVA
    1. previsto regime forfettario con aliquota al 15%, sempreché i ricavi/compensi siano di importo inferiore a 30mila euro.
    2. Sono previsti ulteriori limiti, per cui La invito ad approfondire l’argomento leggendo la normativa ti riferimento (Legge di bilancio 2015, così come modificata dalla Legge di bilancio 2016)

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 556 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Visto che con il DL sul Jobs Act è stata tolta l’obbligatorietà della motivazione nei contratti a tempo determinato, posso prevedere un contratto individuale ai sensi dell’art. 1 del D.L.vo 368/2001?

Sì, la cosa è possibile. Comunque, Le consiglio, per questioni di opportunità, di specificare sempre la motivazione qualora l’assunzione a termine sia dovuta per motivi sostitutivi, in quanto esenti dalla

È possibile far utilizzare utensili taglienti ad apprendisti minorenni?

L’allegato 1 alla Legge n. 977/1967 prevede, al punto 37, che sono vietati, da parte di minorenni, i lavori nelle macellerie che comportano l’uso di utensili taglienti, seghe e macchine

Quante ore di assenza massime sono retribuite per un lavoratore che è anche assessore di un Comune?

Ore massime di assenza retribuite. La normativa di riferimento (decreto legislativo 267/2000) stabilisce che i componenti delle giunte comunali hanno diritto di assentarsi dal servizio, con permessi retribuiti, per partecipare

1 Commento

  1. Vale
    Ottobre 11, 12:20 Reply

    Buongiorno ma se l educatore cinofilo fa lezioni privati occasionalmente E sporadicamente è tenuto a quale forma
    Fiscale precisa?
    Oppure sotto un guadagno di 5000€ non è soggetto ad iva e quindi può offrire un servizio senza formalità ?

Lascia un commento