fbpx

Con il consenso del lavoratore, ho intenzione di cedere il contratto di lavoro ad un’altra azienda. Quale è la procedura di base?

Con il consenso del lavoratore, ho intenzione di cedere il contratto di lavoro ad un’altra azienda. Quale è la procedura di base?

La cessione di un contratto di lavoro è disciplinata dall’art. 1406 del codice civile. La procedura può essere così sintetizzata:

  • Sottoscrivere un accordo tra le parti che vada a definire i rapporti con la cedente e con la cessionaria (nuovo datore di lavoro). Ritengo che la sottoscrizione dell’accordo debba avvenire, per una maggiore tutela delle parti, in sede protetta (presso l’Ispettorato del lavoro o in sede sindacale) ai sensi dell’art. 410 o 411 del c.p.c.
  • Comunicare al Centro per l’impiego la cessione di contratto;
  • Erogare l’ultima retribuzione e le competenze di fine rapporto.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 680 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Cosa è la prescrizione obbligatoria ?

Se gli ispettori rilevano violazioni nelle norma in materia di lavoro ove è previsto l’arresto o la pena alternativa dell’ammenda o la sola ammenda, impartiscono al contravventore una prescrizione obbligatoria

Vorrei sapere quali sono i recessi per i quali non c’è l’obbligo del preavviso?

L’ obbligo del preavviso non sussiste per le seguenti risoluzioni: Risoluzione consensuale Risoluzione per giusta causa (art. 2119 c.c.) Recesso durante o al termine del periodo di prova Risoluzione allo

Stabilizzazione ex collaboratore: la Direzione del lavoro non ha accettato il verbale in quanto vuole la lettera di assunzione del lavoratore a tempo indeterminato

Nella norma che prevede la stabilizzazione di ex collaboratori (art. 54 del D.L.vo 81/2015), non viene prevista la compilazione, prima dell’accordo conciliativo, della lettera di assunzione. Detto questo, è buona

2 Commenti

  1. jumpi
    Gennaio 23, 07:37 Reply

    Salve
    È possibile impugnare una cessione di contratto di lavoro anche se firmata dal lavoratore avvenuta non in sede protetta con trasferimento a 1000 km da casa e con scoperta di inganni contrattuali solo dopo la firma?

    • Roberto
      Gennaio 23, 15:17 Reply

      Certo, le rinunce e transazioni sono valide soltanto se effettuate in “sede protetta” (art. 2113 c.c., comma 4).

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.