Per quanti anni devo conservare il libro unico del lavoro?

Per quanti anni devo conservare il libro unico del lavoro?

 

A norma dell’articolo 6, del Decreto 9 luglio 2008 del Ministero del Lavoro, l’obbligo di conservazione del libro unico del lavoro è di 5 anni dalla data di ultima registrazione.
La mancata conservazione del libro unico del lavoro comporta una sanzione amministrativa da 100 a 600 euro.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 564 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Per non avere problemi con un distacco tra lavoratori di aziende di un gruppo di imprese, dobbiamo creare un contratto di rete. È così?

Per evidenziare la genuinità del distacco di lavoratori tra aziende dello stesso gruppo, non è necessario il contratto di rete. Il Ministero del Lavoro, nell’interpello n.1/2016 (vedi allegato) evidenzia come

Un lavoratore che ha la cessione del quinto può aderire al fondo pensione complementare?

L’adesione è possibile anche in considerazione di quanto stabilito dal Ministero del Lavoro nell’interpello n. 51/2018. Il Ministero evidenzia la possibilità dell’adesione ad una forma pensionistica complementare anche in costanza

Ci sono novità in merito al prospetto informativo sui disabili che è previsto annualmente per il 31 gennaio?

No, ad oggi non vi è alcuna modifica sia in merito alla scadenza che ai dati da inserire nel prospetto informativo sui disabili . Si ricordi che il prospetto va

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento