Quante ore di assenza massime sono retribuite per un lavoratore che è anche assessore di un Comune?

Quante ore di assenza massime sono retribuite per un lavoratore che è anche assessore di un Comune?
image_pdfimage_print

Ore massime di assenza retribuite.

La normativa di riferimento (decreto legislativo 267/2000) stabilisce che i componenti delle giunte comunali hanno diritto di assentarsi dal servizio, con permessi retribuiti, per partecipare alle riunioni degli organi di cui fanno parte per la loro effettiva durata (art. 79, comma 3), mentre, per quanto riguarda il rimborso dei permessi fruiti necessari per l’espletamento del mandato, viene previsto un massimale orario per gli assessori, pari a 24 ore mensili, per le quali è ammissibile il rimborso (art. 79, comma 4); le successive ore di permesso sono considerate “permessi non retribuiti” ((art. 79, comma 5).

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 452 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Posso applicare l' esonero contributivo per 3.250 € annui per due anni ad una signora che precedentemente aveva un contratto autonomo professionale con una azienda concorrente?

Qualora, oltre l’attività specificata nel quesito, la signora non ha avuto negli ultimi 6 mesi altre attività subordinate, è possibile assumerla a tempo indeterminato con l’ esonero contributivo previsto dalla

Durante il periodo di apprendistato , il lavoratore è tutelato con l’art. 18 o con le tutele crescenti?

Se il lavoratore in apprendistato è stato assunto prima del 7 marzo 2015 è in art. 18 (qualora l’azienda ne abbia i requisiti dimensionali); viceversa, se assunto dal 7 marzo è

Posso sospendere il rapporto di lavoro prima del termine procedurale previsto per il licenziamento per giusta causa?

Il datore di lavoro ha la facoltà di sospendere cautelativamente il rapporto di lavoro con un proprio dipendente durante la procedura prescritta dall’art. 7 dello Statuto dei Lavoratori, qualora ritenga

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento