Utilizzo dei social network durante l’orario di lavoro – licenziamento [cassazione]

social-networksCon sentenza n. 10955 del 27 maggio 2015, la Corte di Cassazione ha affermato la legittimità del licenziamento effettuato dal datore di lavoro nei confronti di un proprio dipendente che utilizzava, a fini personali, Facebook, telefono cellulare e tablet, durante l’orario di lavoro.

I giudici della Suprema Corte hanno evidenziato come tali attività possano interrompere la prestazione lavorativa e creare un danno all’azienda in termini di produttività e di sicurezza sul lavoro (v. distrazione). Inoltre, hanno statuito come l’eventuale intervento dell’azienda per scoprire questa attività del dipendente, attraverso la creazione di un falso profilo Facebook, non vìola la privacy del lavoratore, né i principi di buona fede e correttezza nell’esecuzione del rapporto di lavoro.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1255 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Rivalutazione del minimale e del massimale di rendita a decorrere dal 1° luglio 2014

Il decreto ministeriale 10 giugno 20142 rivaluta le prestazioni economiche erogate dall’Istituto nel settore industriale con decorrenza 1° luglio 2014 e stabilisce il minimale e il massimale di rendita nelle

Modifiche alla disciplina IRAP : le risposte dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 22 del 9 giugno 2015, fa il punto sulle questioni interpretative sollevate dalle associazioni di categoria in materia di deducibilità del costo del lavoro dalla

Collaborazione di un familiare e pagamento dell’Irap per il professionista ( Cassazione )

La  Cassazione, con ordinanza n. 22628 del24 ottobre 2014, ha stabilito che il professionista che si avvale dell’ausilio di un familiare è tenuto al versamento dell’IRAP, in quanto tale collaborazione si configura come automa organizzazione per

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento