fbpx

Il datore può memorizzare la data di scadenza del green pass?

Il datore può memorizzare la data di scadenza del green pass?

Tra pochi giorni entrerà in vigore la norma che prescrive l’obbligo di avere il green pass nei luoghi di lavoro. Come datore di lavoro, posso memorizzare la data di scadenza del green pass dei lavoratori in modo da non richiederlo più fino a scadenza?

Il Garante della privacy, nella nota n. 9696596, del 3 settembre 2021, ha chiarito che il soggetto che controlla il green pass non può conservarne copia né registrare la data di scadenza. Questa la frase che evidenzia il divieto:

“In questo contesto vale, probabilmente, la pena ricordare che la disciplina sul Green Pass prevede che lo stesso debba – nei soli luoghi nei quali è necessario ai sensi di quanto previsto dalla legge – essere semplicemente esibito all’ingresso e debba essere letto dagli incaricati esclusivamente attraverso l’apposita App Verifica Covid-19 messa a punto dal Governo, app che consente al verificatore di accedere solo a un’informazione binaria: il titolare del documento ha o non ha un Green Pass valido senza alcun riferimento né alla condizione – vaccino, guarigione dal Covid19 o tampone – che ha portato al rilascio del Green Pass né alla data di scadenza del documento medesimo”.

 

Leggi anche:

Green pass: ipotesi obbligo vaccinale sul luogo di lavoro

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1473 posts

Area comunicazione | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

1 Commento

  1. Laura
    Ottobre 19, 13:28 Reply

    Buongiorno,
    Ho letto il suo articolo e Le chiedo: la conservazione e la memorizzazione della scadenza non possono essere attuati nemmeno dietro consenso sottoscritto e firmato da ogni singolo dipendente?
    Attendo Sue.
    Grazie e buona giornata

Lascia un commento