fbpx

Garanzia Giovani Campania. Il tirocinio come misura di politica attiva

Garanzia Giovani per le aziende - Istanza di partecipazione prolungata fino al 31 Dicembre 2021

Garanzia Giovani Campania. Il tirocinio come misura di politica attiva

Garanzia Giovani per le aziende – Istanza di partecipazione prolungata in Campania fino al 31 Dicembre 2021

Garanzia Giovani per le aziende. Generazione Vincente S.p.A., in qualità di soggetto autorizzato ad erogare i servizi finanziati, è lieta di annunciare che, a partire dal 20 luglio, l’istanza di partecipazione all’Avviso Misura 5 Garanzia Giovani della Regione Campania può essere presentata dalle aziende fino al 31 dicembre 2021.

Con la seconda fase del PAR Garanzia Giovani 2018/2020, la Regione Campania intende favorire l’inserimento e il reinserimento nel mondo del lavoro di giovani disoccupati e/o inoccupati. La misura intende agevolare le scelte professionali mediante una formazione a diretto contatto con il mondo del lavoro, attraverso il rafforzamento del tirocinio quale misura di politica attiva.

Finanziamento

L’adesione al programma Garanzia Giovani include la richiesta di cofinanziamento dell’indennità che spetta al tirocinante. Come abbiamo visto in quest’articolo sul tirocinio, secondo il regolamento vigente, l’indennità che spetta ai tirocinanti è di 500 €. Il cofinanziamento regionale a cui è possibile accedere è pari a 300 € al mese per un massimo di 6 mesi. Se l’azienda è disponibile ad accogliere tirocinanti che rientrano nella categoria dei disabili o svantaggiati, il finanziamento copre l’intera indennità di frequenza per un periodo massimo di 12 mesi.

Requisiti Garanzia Giovani per le aziende

Le imprese devono essere in possesso di tutti i requisiti previsti dal Regolamento regionale vigente in materia di tirocini extracurriculari.

Requisiti Garanzia Giovani per i destinatari

I tirocini oggetto del presente Avviso sono destinati esclusivamente:

  • ai giovani NEET* di età compresa tra i 16 e i 29 anni, non iscritti a percorsi di istruzione e formazione;
  • ai disoccupati con un’età compresa tra i 16 a 35 anni (34 anni e 364 giorni) che risultino ammessi alle operazioni finanziate con l’Asse 1 Bis del PAR Campania (regioni meno sviluppate e in transizione);
  • ai NEET* delineati nella scheda di Misura 1D (giovani svantaggiati). Prevede la costruzione di percorsi di inclusione sociale, interventi di prevenzione e contrasto alla vulnerabilità giovanile a rischio devianza nel Rione Sanità.

*NEET = Not in Education, Employment or Training, indicatore atto a individuare la quota di popolazione di età compresa tra i 15 e i 29 anni che non è né occupata né inserita in un percorso di istruzione o di formazione.

Numero di tirocini che è possibile richiedere

L’azienda che vuole aderire all’iniziativa dichiara di voler ospitare un numero di tirocinanti in linea con quanto previsto dalla normativa regionale vigente in materia di tirocini extracurriculari:

  • nr. 1 tirocinante per le unità operative in assenza di dipendenti, o con non più di 5 dipendenti;
  • nr. 2 tirocinanti per le unità con numero di dipendenti compreso tra 6 e 10;
  • nr. 3 e tirocinanti per le unità con numero di dipendenti compreso tra 11e 15;
  • nr. 4 tirocinanti per le unità con numero di dipendenti compreso tra 16 e 20;
  • 20% del numero complessivo di dipendenti per le unità con più di 20 dipendenti.

Vuoi attivare un TIROCINIO nella tua azienda?
Compila il form per ricevere informazioni e assistenza gratuita nella presentazione dell’istanza

Leggi la nostra Informativa sulla privacy

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1373 posts

Area comunicazione | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Workshop “Mettiti in gioco: i giovani verso il lavoro” – 24 settembre a Napoli, Stazione Marittima

In uno scenario socio-economico che evidenzia livelli di disoccupazione giovanile particolarmente allarmanti, diventa imprescindibile diffondere e promuovere gli interventi previsti dai programmi europei dedicati ai NEET, fondamentale creare momenti di

Resto al Sud: parte l’incentivo per la nascita di imprenditorialità nel Mezzogiorno

Rotti gli indugi, è partita la misura “ Resto al Sud ”, l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali rivolto ai giovani under 36 residenti nelle 8 regioni

Parte il Progetto “ Resto al Sud “

La misura di incentivazione all’imprenditorialità giovanile nel Mezzogiorno, “ Resto al Sud ”, è partita da ormai tre settimane e ha già “incassato” 5.143 domande di adesione. Lo “sportello” web

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.