Ministero del Lavoro: una App per le dimissioni volontarie

image_pdfimage_print

ministero-del-lavoroIl Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali informa che dal 2 gennaio 2018 è disponibile l’app “Dimissioni Volontarie” messa a disposizione per le dimissioni volontarie e la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro.

Il nuovo strumento, per comunicare in sicurezza e rapidità da tablet e smartphone, si inserisce nel costante percorso di miglioramento delle relazioni con il cittadino, e di ampliamento dei servizi online, messo in atto dal Dicastero.

Come noto, a seguito delle riforme introdotte con il “Jobs Act“, a partire dal 12 marzo 2016 le dimissioni volontarie e la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro devono essere effettuate in modalità esclusivamente telematica.

L’app consentirà ai cittadini e ai soggetti abilitati di accedere alla procedura del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e inviare, con pochi passaggi online, il modello telematico al datore di lavoro.

Per accedere, i cittadini dovranno essere in possesso di SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale introdotto sulla piattaforma dei servizi del Ministero dallo scorso 19 maggio 2017. I soggetti abilitati potranno utilizzare le proprie credenziali di accesso al portale dei servizi del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Come le app più diffuse, “Dimissioni Volontarie” è stata realizzata sia per dispositivi Android sia per quelli Apple.

Sull' autore

in collaborazione con dottrinalavoro.it
in collaborazione con dottrinalavoro.it 269 posts

www.dottrinalavoro.it è un sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro diretto dal dott. Eufranio Massi e curato dal dott. Roberto Camera.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Ministero del Lavoro: nota trimestrale congiunta sulle tendenze dell’occupazione

È stata pubblicata, in data 19 giugno 2018, la Nota trimestrale congiunta sulle tendenze dell’occupazione relativa al I trimestre 2018, redatta da Anpal, Istat, Ministero del Lavoro, Inps e Inail. Anche in questa

Garante privacy: Lavoro – geolocalizzazione flotte aziendali, sì con accordo sindacale

Il Garante per la protezione dei dati personali ha pubblicato, sul proprio sito internet, la Newsletter n. 427 del 21 aprile 2017. Tra gli argomenti trattati, il Garante privacy si sofferma

Condanna penale per furto e mancato licenziamento [Cassazione]

Con sentenza n. 15058 del 17 luglio 2015, la Corte di Cassazione ha affermato il principio relativo all’applicazione dell’art. 18 ( e quindi, antecedente alla nuova previsione contenuta, per i

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento