Il lavoratore non è rientrato dalle ferie. Doveva rientrare il 4 settembre. Come mi devo comportare? Posso procedere al licenziamento?

Il lavoratore non è rientrato dalle ferie. Doveva rientrare il 4 settembre. Come mi devo comportare? Posso procedere al licenziamento?
image_pdfimage_print

Per procedere ad un licenziamento per assenza ingiustificata bisogna rispettare quanto prescritto dalla legge (art. 7 della L. 300/70) e dal contratto collettivo nazionale di riferimento dell’azienda.

In primo luogo, bisogna verificare dal Ccnl il numero minimo di giorni di assenza prima dell’inizio del procedimento disciplinare (nel caso prospettato, ritengo che si sia superato detto limite). Il secondo passaggio è la contestazione disciplinare inviata al lavoratore, con i contenuti dell’inadempimento contrattuale: assenza giustificata per n. ….. giorni di lavoro. Dopo i giorni previsti dal Ccnl per presentare eventuali difese, è possibile procedere con il provvedimento disciplinare.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Nel lavoro accessorio , dopo il decreto legislativo 81/2015, il limite per pagare un lavoratore è di 7.000 euro?

No, il limite di un imprenditore o professionista è sempre di 2.000 euro per ogni lavoratore. Il limite di cui parla Lei è quello riferito al lavoratore stesso per un

Un dipendente ogni 2 settimane di domenica lavora max 30 min. È possibile pagargli un fisso alla volta e considerarlo come prestatore d’opera occasionale?

  Abbiamo un dipendente che ogni 2 settimane di domenica viene a lubrificare le macchine, sta tra i 15 e i 30 minuti, timbra. Non percepisce alcuna indennità. È possibile pagargli

Si può trattenere un importo per le dimissioni date da un dipendente con contratto a termine

Le dimissioni da un contratto a tempo determinato effettuate prima del termine e senza giusta causa, può far scaturire la richiesta di un risarcimento danni per il mancato rispetto del

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento