Mancanza della forma scritta e nullità della somministrazione (Cassazione)

Con sentenza n. 17540 del 1 agosto 2014, la Cassazione ha affermato che in caso di contratto di somministrazione di lavoro – stipulato ai sensi degli artt. 20 e ss. del D.L.vo n. 276 del 2003 – la sanzione della nullità, prevista espressamente dall’art. 21, ult. comma, per il caso di difetto di forma scritta, si estende anche all’indicazione omessa o generica della causale della somministrazione, con conseguente applicabilità, fino alla sentenza che accerta la conversione del rapporto (da lavoro a tempo determinato alle dipendenze del somministratore a lavoro a tempo indeterminato alle dipendenze dell’utilizzatore), dell’indennità prevista dall’art. 32 della Legge n. 183 del 2010.

pdf-icon Allegato: sentenza n. 17540 del 1 agosto 2014

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1263 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Lavoro, Unioncamere e Anpal: le imprese e la domanda di lavoro

I segnali che emergono dalle rilevazioni sui programmi occupazionali delle imprese dell’industria e dei servizi, monitorate dal Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal, ci restituiscono un quadro del

D.l. 34/2014 : nel limite del 20% NON RIENTRA la SOMMINISTRAZIONE di lavoro a termine

Il limite del 20% introdotto dal D.L. 34/2014 ha provocato sin da subito il dibattito tra i commentatori, che si sono dovuti interrogare in merito a quali tipologie contrattuali debbano

Siglato accordo quadro tra Ferservizi S.p.A. e Generazione vincente S.p.A. [Comunicato]

Ferservizi S.p.A. costituisce il “Centro Servizi Integrato” del Gruppo Ferrovie dello Stato, in quanto gestisce per la Capogruppo e per le Società del Gruppo FS le attività di “Back office”,

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento