Mancanza della forma scritta e nullità della somministrazione (Cassazione)

image_pdfimage_print

Con sentenza n. 17540 del 1 agosto 2014, la Cassazione ha affermato che in caso di contratto di somministrazione di lavoro – stipulato ai sensi degli artt. 20 e ss. del D.L.vo n. 276 del 2003 – la sanzione della nullità, prevista espressamente dall’art. 21, ult. comma, per il caso di difetto di forma scritta, si estende anche all’indicazione omessa o generica della causale della somministrazione, con conseguente applicabilità, fino alla sentenza che accerta la conversione del rapporto (da lavoro a tempo determinato alle dipendenze del somministratore a lavoro a tempo indeterminato alle dipendenze dell’utilizzatore), dell’indennità prevista dall’art. 32 della Legge n. 183 del 2010.

pdf-icon Allegato: sentenza n. 17540 del 1 agosto 2014

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Agenzie per il lavoro bersaglio delle fake news

Le fake news o come vengono chiamate in italiano, le “bufale”, riempiono la rete e i media con una costanza quasi allarmante. Sono molto spesso causa di pensieri fuorvianti e

Approvata dalla Camera la legge di conversione del decreto dignità : le novità introdotte

Nella serata del 2 agosto 2018, la Camera ha approvato, con 312 voti a favore, 190 contrari e un astenuto, la legge di conversione del Decreto Dignità. Il provvedimento passa ora

Inail: sostegno alle imprese per l’assunzione di persone disabili

Il diritto al lavoro per le persone con disabilità dovute ad infortunio o malattie professionali compie un balzo in avanti. L’Inail ha infatti, con la circolare numero 30 del 25

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento