Agenzia Entrate: la notifica degli atti con posta elettronica certificata

image_pdfimage_print

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il provvedimento n. 44027 del 3 marzo 2017,  con la quale viene approvato il modello, e le relative istruzioni, per comunicare i dati relativi all’indirizzo di posta elettronica certificata per la notifica degli atti e degli altri avvisi dell’Agenzia delle entrate che per legge devono essere notificati (ai sensi dell’articolo 60, comma 7, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600).

Con il medesimo modello possono essere comunicate le variazioni e la revoca dell’indirizzo di PEC.

Il modello può essere utilizzato solo dai seguenti soggetti:

  1. le persone fisiche residenti e non residenti;
  2. i soggetti diversi dalle persone fisiche;

non obbligati per legge a dotarsi di un indirizzo PEC inserito nell’Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata (di seguito INI-PEC).

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

INPS: messaggio 4843/2014 – recupero delle quote di TFR dal Fondo di Tesoreria

L’INPS, con il messaggio n. 4843 del 21 maggio 2014, fornisce le istruzioni operative per la compensazione delle quote TFR Fondo di Tesoreria anticipate dal datore di lavoro, da ritenersi valide per il

Licenziamento lavoratrice madre: arriva la sentenza della Cassazione

Con la sentenza 475/16, depositata ieri, la Cassazione si pronuncia sul regime sanzionatorio applicabile prima della Riforma Fornero (legge 92/2012) al licenziamento intimato alla lavoratrice madre durante il periodo tra

Proroga della CIGS e della mobilità in deroga per il 2014 [INPS]

L’Inps ha emanato il messaggio n. 848 del 3 febbraio 2015, con il quale fornisce le istruzioni operative al Decreto Interministeriale (Lavoro – Economia) n. 87342/2015, che ha prorogato per l’anno

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento