Agenzia Entrate: la notifica degli atti con posta elettronica certificata

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il provvedimento n. 44027 del 3 marzo 2017,  con la quale viene approvato il modello, e le relative istruzioni, per comunicare i dati relativi all’indirizzo di posta elettronica certificata per la notifica degli atti e degli altri avvisi dell’Agenzia delle entrate che per legge devono essere notificati (ai sensi dell’articolo 60, comma 7, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600).

Con il medesimo modello possono essere comunicate le variazioni e la revoca dell’indirizzo di PEC.

Il modello può essere utilizzato solo dai seguenti soggetti:

  1. le persone fisiche residenti e non residenti;
  2. i soggetti diversi dalle persone fisiche;

non obbligati per legge a dotarsi di un indirizzo PEC inserito nell’Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata (di seguito INI-PEC).

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Tirocini formativi per stranieri che fanno ingresso in Italia | Min. Lavoro

La Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche di Integrazione, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, pubblica, nell’ambito del Programma Mobilità Internazionale del Lavoro, un Avviso per l’erogazione di

Il maxi-emendamento al DDL Jobs Act

Pubblichiamo il testo del maxi-emendamento sul Disegno di Legge Delega Jobs Act approvato con fiducia dal Senato della Repubblica nella notte del 8 ottobre 2014 con  bollinatura della Ragioneria di Stato. “Gli

lavoratori in mobilità e ricollocazione in azienda con asset aziendali coincidenti [cassazione]

Con sentenza n. 13583 del 2 luglio 2015, la Corte di Cassazione ha confermato il mancato riconoscimento dei benefici contributivi in favore dell’impresa che assume lavoratori collocati in mobilità (articolo

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento