L'INDAGINE, 15% OCCUPATI LAVORA AL DI SOTTO PROPRIE COMPETENZE

unioncamereIl 15% degli occupati, in Italia, lavora al di sotto delle proprie competenze, per un totale di circa 3,2 milioni sui 22 milioni di lavoratori occupati nel 2012 in Italia. E’ quanto rileva un’indagine della Camera di commercio di Milano. Gli over-qualificati italiani hanno perlopiù un diploma di scuola superiore (53%), ma una quota importante riguarda anche le persone con laurea (40%). Per la maggior parte si concentrano nelle mansioni qualificate e non qualificate del mercato dei servizi e dell’industria; in particolare, le mansioni non qualificate e manuali vedono circa il 36% del totale degli occupati interessati da questo fenomeno.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

CITROËN: OPPORTUNITÀ DI STAGE APERTE

Citroën, casa automobilistica francese nata nel 1919, attualmente offre opportunità per stage. In particolare Stage Comunicazione Post Vendita B2B e B2C, Stage Analisi della Performance Rete, KPIs e Reporting, Stage

Piano nazionale Industria 4.0: comunicazione del MISE

Il Ministro dello Sviluppo Economico ha pubblicato una brochure contenente le informazioni necessarie per usufruire dell’incentivo previsto dalla Legge n. 232/2016 (c.d. Legge di Bilancio 2017). Ricordiamo, infatti, che l’Italia ha sviluppato un “Piano

MARCINELLE: MATTARELLA SU CONDIZIONI DI LAVORO

“Sessanta anni fa, l’8 agosto del 1956, lavoratori di dodici diverse nazionalità, tra cui 136 italiani, persero la vita nelle profondità della terra al Bois du Cazier. La tragedia costituì

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento