ISTAT, DISOCCUPAZIONE STABILE A GENNAIO

image_pdfimage_print

ISTATA gennaio il tasso di disoccupazione è stato pari all’11,5%, pressoché invariato dal mese di agosto. Anche la stima dei disoccupati a gennaio è stabile, sintesi di un calo tra gli uomini e di una crescita tra le donne. Sono le stime diffuse oggi dall’Istat. A gennaio, prosegue l’istituto di statistica, la stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuisce dello 0,4% (-63 mila). Il calo è determinato dalla componente femminile e riguarda soprattutto le persone tra i 50 e i 64 anni. Il tasso di inattività scende al 35,7% (-0,1 punti percentuali).

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

COSTO DEL LAVORO IN EUROZONA IN RIALZO

Cresce dell’1,3% il costo del lavoro nell’Eurozona nel quarto trimestre del 2015. Lo indicano i dati diffusi da Eurostat. Nel terzo trimestre il costo del lavoro era cresciuto dell’1,1%, mentre

SUPERATA ORA LAVORO

“Dovremo immaginare un contratto di lavoro che non abbia come unico riferimento l’ora di lavoro ma la misura dell’apporto dell’opera. Perchè l’ora/lavoro è un attrezzo vecchio che non permette l’innovazione”.

OCSE, MENO DISOCCUPATI IN ITALIA

Il tasso di disoccupazione nell’area dell’Ocse è stabile al 6,8%. Secondo l’organizzazione internazionale, i più forti cali ci sono stati in Italia (dal 12,5% di giugno al 12% a luglio),

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento