ROSSI SU DISOCCUPATI DI LUNGO PERIODO

05/04/2012 Roma. Stazione Termini. Presentazione dei nuovi treni per i pendolari destinati alle regioni. Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana
“Oggi sono 12 milioni i cittadini europei disoccupati e sicuramente lo metà lo sono da più di un anno. Quindi la disoccupazione di lunga durata non può essere solo un problema nazionale, ma deve diventare un problema a cui l’intera Unione presti attenzione e per cui investa risorse”. E’ il parere del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, che a Bruxelles, da relatore al Comitato europeo delle Regioni, è intervenuto nella serata di ieri nella sessione plenaria in merito alla raccomandazione della Commissione dell’Unione europea sull’inserimento dei disoccupati di lungo periodo nel mercato del lavoro.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

INPS: DATI CONTRATTI STABILI

Nei primi tre mesi del 2016 sono stati stipulati 428.584 contratti a tempo indeterminato (comprese le trasformazioni) mentre le cessazioni, sempre di contratti a tempo indeterminato sono state 377.497 con

OK ASTA BTP,TASSO 3 ANNI A MINIMO 0,02%

(ANSA) – ROMA, 13 GEN – Nuovo minimo storico per i rendimenti dei Btp a tre anni: il Tesoro ha collocato tutti i due miliardi di euro di Btp triennali

Legge di Bilancio 2019: congedo obbligatorio madre tutto dopo il parto

Le lavoratrici potranno rimanere a lavoro sino al termine della gravidanza, rinviando al periodo successivo al parto l’intero periodo di congedo obbligatorio di maternità (5 mesi) – previsto dall’articolo 16 del decreto

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento