SINDACATI, VIA LIBERA A PIATTAFORME PER TESSILE E CALZATURIERO

image_pdfimage_print

CCNLL’assemblea nazionale unitaria dei delegati Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, riunitasi ieri a Bologna, ha approvato all’unanimità due ipotesi di piattaforme per i rinnovi dei contratti nazionali 2016-2019: quella del settore tessile-abbigliamento-moda (interessati oltre 420.000 addetti in circa 50.000 imprese) e quella del settore calzaturiero (80.000 addetti impiegati in oltre 5.000 aziende), entrambi in scadenza al 31 marzo 2016.
In entrambi i casi, la richiesta economica dei sindacati è di 100 euro medi (3° livello super per il tessile-abbigliamento, 3° livello per il calzaturiero) sui minimi tabellari, oltre a un incremento salariale – dagli attuali 200 a 300 euro – in tutte quelle imprese che non esercitano la contrattazione di 2° livello.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

PMI E PROFESSIONI CREANO LAVORO

In un anno in Europa nell’area delle professioni e delle piccole e medie imprese si è creato 1 milione di posti di lavoro in più. Lo afferma la commissaria europea

Ministro del Lavoro Di Maio: “Voglio ridurre la precarietà”

“Voglio ridurre la precarietà il più possibile. Incontrerò alcuni ragazzi al ministero del Lavoro che svolgono il lavoro di Riders, quelli che vengono pagati da una app pochi euro al

Siccità danni da 1 miliardo nelle campagne

Le temperature ben al di sopra alla media stagionale e la mancanza di pioggia che sta caratterizzando il mese di Giugno stanno mettendo in ginocchio le campagne italiane. Secondo la

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento