CENTRO CONVENIENZA RICERCA PERSONALE AL SUD

image_pdfimage_print

lavoroCentro Convenienza è alla ricerca di nuovo personale per i suoi punti vendita. Sono ricercati diversi profili professionali soprattutto nel sud Italia e precisamente nelle regioni di Sicilia, Campania, Calabria. La ricerca è rivolta a giovani sia con esperienza che giovani al primo impiego, sono infatti anche previsti periodi di formazione presso altri negozi Centro Convenienza, sulle tecniche di vendita, sulla progettazione, sull’uso degli strumenti informatici utilizzati. Il contratto offerto può essere determinato o indeterminato, full time o part time in relazione con il ruolo ricoperto e la sede. I profili attualmente ricercati sono i seguenti: Allievo responsabile di negozio, Addetti alle vendite, Addetto/a alla cassa
Per chi fosse interessato a proporre la propria candidatura, può trovare maggiori informazioni riguardo ogni profilo, sul sito di Centro Convenienza alla sezione lavora con noi.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

DOVE SI GUADAGNA DI PIU’

Milano continua a mantenere il primato di città dai salari più generosi confermandosi anche quest’anno come la piazza più vivace e dinamica dello scenario lavorativo italiano. Ma se elargisce gli

Il Fondo Monetario rivede al rialzo le stime Pil dell’Italia

Il Fondo Monetario internazionale ha pubblicato un aggiornamento del World Economic Outlook. Dai dati emerge una buona prestazione del nostro Paese, infatti, l’Italia fa registrare una stima di crescita del

POVERI PUR LAVORANDO

Anche chi lavora rischia di precipitare in uno stato di povertà. E’ la conseguenza del fatto che l’Europa ha disinvestito nel welfare, tagliando la spesa sociale per 230 miliardi. Un Rapporto

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento