CISAL: EUROPA DIFENDE LEGGI PASSATE, PER ITALIANI PENSIONI DA FAME

image_pdfimage_print

cavallaro“Nel raccomandare all’Italia la piena attuazione delle riforme pensionistiche adottate in passato, la Commissione europea scarica sul nostro sistema previdenziale la responsabilità della salvaguardia dei conti pubblici nel lungo periodo. Ancora una volta, sarebbero i lavoratori a fare le spese della sterile contrapposizione tra Commissione europea e governo italiano”. E’ quanto si legge in una nota della Cisal. “Si tratta per la nostra economia -dichiara Francesco Cavallaro, segretario generale Cisal- di una bomba a orologeria, dall’entità per molti ancora incerta, i cui effetti devastanti si sommeranno presto al blocco dei contratti pubblici e del turn over, ai tagli alla sanità, alla scuola, ai trasporti”.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

ISTAT, PIL INIZIO 206 +0,3%, ACCELERARE

Il Pil italiano è previsto crescere dello 0,3% sia nel primo che nel secondo trimestre del 2016, “con un intervallo di confidenza compreso tra +0,1 e +0,5%”. Lo afferma il

COMMERCIO, NO A SALARI PER LEGGE

“Un sistema produttivo, fatto prevalentemente di piccole e medie imprese, deve avere necessariamente un contratto nazionale di riferimento. Una legge uguale per tutti sarebbe controproducente, è giusto, invece, lasciare le

LAVORO MINORILE

Sono 260 mila i piccoli baristi, parrucchieri, ma anche braccianti agricoli e manovali. Sono italiani che hanno meno di 16 anni e si guadagnano da vivere: 30 mila sono a

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento