SACCONI: "CON STATUTO LAVORI AUTONOMI PIÙ WELFARE PER PARTITE IVA"

image_pdfimage_print
04/02/2013 Roma, Rai. Trasmissione televisiva Porta a Porta. Nella foto Maurizio Sacconi

04/02/2013 Roma, Rai. Trasmissione televisiva Porta a Porta. Nella foto Maurizio Sacconi


“Vedremo il testo quando sarà consegnato alle Camere: mi sembra che sarà per lo più dedicato alle tutela delle partite Iva e soprattutto di quelle più deboli”. Così il presidente della commissione Lavoro del Senato, Maurizio Sacconi, parla con Labitalia del ddl che dovrebbe essere presentato in Cdm domani sul cosiddetto Statuto dei lavori autonomi. “A questo proposito -prosegue Sacconi- dovremo provvedere, per un verso, a sviluppare anche il welfare integrativo, per la dimensione del lavoro organizzata con partita Iva e, per l’altro verso mi auguro che il disegno di legge possa essere tale da favorire quanto più possibile il lavoro agile”.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

PREVIDENZA: INARCASSA, UN PASSO AVANTI SU SOSTENIBILITÀ SISTEMA

“Siamo recentemente usciti da uno stress test, voluto dall’ex ministro Fornero, con una sostenibilità a 50 anni. I bilanci tecnici di Inarcassa da sempre vengono fatti a 100 anni, non

Confimprenditori: necessario taglio Irpef e non politiche di bonus

In una nota il presidente di Confimprenditori Stefano Ruvolo dichiara: “La ripresa c’è ma è solo congiunturale: lo dimostra il fatto che la ripresa non genera un significativo aumento dell’occupazione”.

ANPAL: il nuovo sito internet è online

Da oggi è attivo il portale dell’ANPAL, l’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro, istituita dal Jobs Act, col Decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 150. Il portale sarà consultabile

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento