fbpx

JOBS ACT: SU CIGS CAMBIA ITER APPLICATIVO

appalti“Il decreto 158 del 2015 sul riordino degli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro ha modificato in buona parte l’iter applicativo della cassa integrazione guadagni straordinaria, intervenendo sui destinatari del trattamento, le causali d’intervento e la procedura amministrativa e prevedendo, in particolare all’articolo 21, che le imprese provvedano alla predisposizione di uno specifico programma di riorganizzazione aziendale o di risanamento della crisi”. La Fondazione studi dei Consulenti del lavoro interviene così nel parere numero 1 del 2016 per analizzare tutte le modifiche.
Tra le novità, “l’estensione dell’applicazione della cassa integrazione (ordinaria e straordinaria) agli apprendisti assunti con contratto di apprendistato professionalizzante, ma con tutele limitate e diversificate, a seconda che l’impresa, presso la quale l’apprendista sia dipendente, applichi la cassa integrazione guadagni straordinaria o ordinaria”.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

SQUINZI SUL LAVORO

“Non possiamo ignorare il dramma dei senza lavoro, soprattutto giovani, e di coloro che addirittura il lavoro non lo cercano neanche più. Considero questa una vera piaga civile e sociale,

UFFICIO BILANCIO: C’E’ PIU’ LAVORO

Segnali positivi arrivano dal mercato del lavoro che mostra “una marcata reattività al ciclo economico”. I dati, osserva l’Ufficio parlamentare di bilancio nella sua nota congiunturale, indicano che, contrariamente alle

CRISI, PIU’ ADDETTI NELLE PMI

Le piccole e medie imprese italiane hanno visto aumentare la quota della forza lavoro negli anni della crisi, dal 72,4% del totale degli occupati del 2008 al 77,5% del 2013.

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento