CGIL: IL NUOVO STATUTO DEI LAVORATORI SARÀ UNA CARTA DEI DIRITTI UNIVERSALI

image_pdfimage_print

cantierePrincipi universali; norme di legge con cui dare efficacia generale alla contrattazione e codificare la democrazia e la rappresentanza per tutti i lavoratori; riscrittura dei contratti di lavoro. Sono questi i tre capitoli portanti del nuovo Statuto dei lavoratori, messo a punto dalla Cgil da oggi al centro, per la prima volta, della consultazione straordinaria degli iscritti al sindacato. Una ‘Carta dei diritti universali del lavoro” composta da 97 articoli voluta per rispondere ai cambiamenti intervenuti sul mercato del lavoro, restituire al lavoro stesso il proprio ruolo e mettere un punto alle politiche di destrutturazione in corso, insomma, un testo da portare ad un confronto il più ampio possibile, da Cisl e Uil alle imprese e associazioni.

Sull' autore

Pietro Riccio
Pietro Riccio 1146 posts

Pietro Riccio, esperto e docente di comunicazione, marketing ed informatica, giornalista pubblicista, scrittore. Direttore Responsabile del quotidiano online Ex Partibus, ha pubblicato l'opera di narrativa "Eternità diverse", editore Vittorio Pironti, e il saggio "L'infinita metafisica corrispondenza degli opposti", Prospero editore.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

PUNIZIONI ESEMPLARI

In Tirolo, chi prende un 7 in condotta deve svolgere a scuola lavori socialmente utili: il nuovo anno scolastico in un liceo a Kufstein, in Tirolo, prevede questa sanzione per

ECOBONUS, 425 MILA POSTI

Nel 2014 il credito di imposta per ristrutturazioni e risparmio energetico ha prodotto 28 miliardi e mezzo di investimenti e 425 mila posti di lavoro fra diretti e indotto. I

Lavoro: secondo Unioncamere le imprese che prevedono di assumere sono in aumento

Il numero delle imprese italiane che hanno previsto delle assunzioni sono in aumento secondo i dati di Unioncamere. Infatti, in relazione allo stesso periodo dell’anno scorso (luglio 2017), sono 38

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento