Min.Lavoro: comunicazioni obbligatorie il nuovo “Modelli e Regole” – versione febbraio2016 [pdf]

image_pdfimage_print

modelli-e-regole

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con la nota direttoriale prot. 33/6532 del 18 dicembre 2015, ha comunicato che dal 1° febbraio 2016 entreranno in vigore i nuovi standard tecnici relativi alle comunicazioni obbligatorie.
Gli interventi riguarderanno:
1) JOBS ACT applicazione di quanto indicato nel D.Lgs 81/2015:
– eliminazione della tipologia contrattuale B.01.00 (CO.CO.PRO/CO.CO.CO.) e B.02.00 (lavoro occasionale);
– attivazione del nuovo codice B.03.00 (collaborazione coordinata e continuativa);
– nuova anagrafica per quanto concerne i lavoratori con disabilità o appartenenti alle categorie protette.
2) ACCORDO STATO REGIONI per l’attivazione di tirocini finalizzati all’inclusione sociale:
– nuova tipologia di tirocini C-Tirocinio finalizzato all’inclusione sociale;
– nuova categoria di tirocinante 09 Persona presa in carico dai servizi sociali e/o sanitari.

Scarica il nuovo “Modelli e Regole” versione febbraio 2016

fonte: Ministero del lavoro

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

INPS: l’Osservatorio sul precariato con i dati di luglio 2018

L’INPS ha pubblicato, in data 20 settembre 2018, i dati di luglio 2018 dell’Osservatorio sul precariato. Le assunzioni nel settore privato, nel periodo gennaio-luglio 2018, sono state 4.597.299, in aumento del 6,5% rispetto allo stesso

INPS: trasformazione domanda di NASpI in domanda di indennità DIS-COLL

L’INPS comunica che le domande di indennità di disoccupazione NASpI erroneamente presentate in luogo di domande di indennità DIS-COLL – e viceversa – possono essere trasformate in domande di DIS-COLL

Fondo di garanzia: 200 milioni per il Mezzogiorno [MISE]

Nell’ambito del Fondo di garanzia il Ministero dello sviluppo economico ha attivato risorse fino a 200 milioni di euro per agevolare l’accesso al credito delle piccole e medie imprese e

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento